Gore Verbinski spiega perché il film di BioShock fu cancellato

bioshock
Di Marco "Chuck" Zanolini
16 febbraio 2017

In seguito a una chiacchierata fatta su Reddit per la promozione del suo nuovo Horror intitolato La cura dal benessere, Gore Verbinski ha avuto modo di rispondere ad alcune domande dei fan legate alla cancellazione del film BioShock.

“Una risposta veloce non esiste. Eravamo a otto settimane dalle riprese quando il progetto fu cancellato. Era un film vietato ai minori, R-Rated, volevo tenerlo tale e sentivo che sarebbe stato giusto. Era molto costoso, e dato che dovevamo creare un mondo gigantesco non potevamo girare in location reali. La cura dal benessere è stato girato in luoghi veri, ma BioShock non poteva funzionare così. Avremmo dovuto ricreare un intero mondo subacqueo. In definitiva penso che sia stata una combinazione di prezzo e classificazione che hanno messo la Universal a disagio. In quel periodo c’erano tanti altri film costosi e vietati ai minori che non stavano funzionando molto bene.”

Una verità dura da accettare, soprattutto per i molti fan della serie e non solo. Ormai sono molti i film basati sui videogames che stanno prendendo vita. L’ultimo è stato Assassin’s Creed e il prossimo sarà Tomb Raider, in arrivo nel 2018 con protagonista la bella Alicia Vikander. Il futuro non lo conosciamo, ma come si dice di solito, la speranza è l’ultima a morire.

Fonte



Ha studiato Architettura e Grafica Pubblicitaria. Appassionato accanito di videogame, ma anche di arte, disegno, anime, manga, viaggio, tecnologia, fotografia, calcio, palestra e chi più ne ha più ne metta. Adora quasi tutte le tipologie di gioco ma predilige gli FPS e i giochi di guida. Non ha un titolo preferito, ma a colpirlo è stato fin da subito "Metal Gear Solid". Da lì Hideo Kojima è diventato il suo idolo.