L’elezione di Donald Trump influisce sulle azioni di Nintendo

donald trump
Di Mauro "Ryuk" Barone
9 novembre 2016

L’elezione di Donald Trump ha generato moltissime discussioni sul web. Troviamo dovunque meme, immagini e quant’altro sul nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Ma non siamo qui a parlare di chi abbia vinto la recente elezione, bensì dei suoi effetti. Questo fenomeno è stato infatti percepito negativamente anche da Nintendo, che ha visto crollare le sue azioni in borsa dopo la proclamazione del nuovo presidente.

Non c’è da rimanere tanto stupiti da questa notizia, dato che non è la prima volta che un avvenimento politico di importanza mondiale influisca sul mercato videoludico. È già successo infatti con la Brexit, e questo “déjà vu” non ci sorprende. Le azioni di Nintendo sono scese del 6,16%, perdendo alla fine 22,915 yen.

Per fortuna, la casa di Kyoto non ha di che preoccuparsi, perché sembra che nei giorni successivi tutto tornerà alla normalità.

Fonte



Studente di Scienze della Comunicazione, grande appassionato di sport e videogiochi, in particolar modo degli sparatutto. Con Call of Duty: Modern Warfare 2 è stato amore a prima vista, da allora ama divertirsi con CoD ogni anno, sin dal quarto capitolo della saga. Negli anni ha imparato ad apprezzare giochi di vario genere, come Kingdom Hearts, Bioschock, Gran Theft Auto, Assasin's Creed e tanti altri titoli. Ama tenersi informato sul mondo tecnologico, videoludico e sportivo.