Morto all’età di 91 anni il fondatore di Namco

Di Luca "Beard" Porro
30 gennaio 2017

Il mondo videoludico piange la scomparsa di Masaya Nakamura, il quale alla veneranda età di 91 anni è deceduto.

Nakamura non solo era il fondatore di Namco ( azienda che nel 2005 si è fusa con Bandai), ma è stato uno dei principali artefici dell’industria videoludica giapponese. Dal 1955 ad oggi, Nakamura ha lavorato con l’unico scopo di rendere felici le persone attraverso l’intrattenimento videoludico, pubblicando tramite la Namco capolavori come Galaga, Xevious ma soprattutto Pac-Man. Proprio grazie al suo impegno, alla sua passione e ai risultati ottenuti col suo lavoro, nel 2007 Nakamura era stato investito di una delle più alte onorificenze giapponesi: l’ingresso nell’Ordine del Sol Levante.

Stando alle notizie che arrivano da Namco Bandai, Nakamura è deceduto il 22 gennaio, tuttavia, la notizia della sua scomparsa è stata diramata soltanto nella giornata di oggi. Dopo la scomparsa poco tempo fa di Gordon Hunt, il mondo videoludico perde un’altra grande figura carismatica; ma siamo sicuri che anche in questo caso il lascito di questa grande persona rimarrà impresso negli appassionati per molto tempo ancora.

Fonte



Sono un neolaureato in scienze politiche e delle relazioni internazionali con la passione per i videogiochi fin da piccolo. Ho sempre cercato di coltivare la mia passione cercando di rendere gli altri partecipi delle sensazioni che provavo. Ogni piattaforma su cui ho giocato dal 1998 ad oggi ha contribuito alla mia formazione, e ha lasciato nella mia mente ricordi di emozioni donati da capolavori come Monkey island, Legacy of Kain, Suikoden 2 e Final Fantasy IX.