Nintendo nella bufera, Super Mario Run accusato di sessismo

super mario run
Di Andrea "Geo" Peroni
20 dicembre 2016

Non solo record infranti e già ottimi risultati finanziari per Super Mario Run. Il nuovo mobile game di Nintendo, disponibile da pochi giorni su iOS (ma che arriverà anche su dispositivi Android), è infatti da poche ore al centro di un forte dibattito in America, per le accuse sessiste rivolte da diverse associazioni nei confronti del gioco.

Anche chi non ha la possibilità di giocare a Super Mario Run, può già immaginare l’abbozzo di trama che viene dato al gioco: la principessa Peach invita Mario ad un party al castello, dove troverà anche una buona torta cucinata apposta per lui. Un copione già visto e rivisto più volte, e al quale siamo tutti abituati. Ma a non tutti la cosa va a genio: Peach viene rappresentata, secondo gli accusatori, con un’immagine fin troppo retrograda del ruolo femminile nella società.

Secondo diversi esponenti di importanti associazioni americane, infatti, Nintendo ha sbagliato a non slegare lo stereotipato ruolo di Peach da una visione ancora molto arretrata della donna, che nel 2016 non può essere accettata. Questi alcuni dei tweet più significativi, che arrivano da Chris Suellentrop del NY Times e da Kate Sommers-Dawes di Mashable.

Una polemica già iniziata, venerdì scorso, da ReCode, sito di informazione che ha intitolato un lungo pezzo con la seguente domanda:

“Siamo nel 2016, quindi perché Super Mario sta ancora salvando una Principessa che fa torte?”

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.