Platinum Games torna sulla cancellazione di Scalebound

scalebound
Di Andrea "Geo" Peroni
11 gennaio 2017

La notizia della settimana la conosciamo tutti. Dopo 4 anni di sviluppo e di trepidante attesa, Microsoft ha annunciato la cancellazione di Scalebound, promettente IP sulla quale Platinum Games lavorava per un’uscita nel 2017 (mai confermata). Dopo le parole di ieri di Phil Spencer, anche la software house si è oggi espressa in merito alla cancellazione, una decisione che ha deluso gli sviluppatori in primis.

Sul sito ufficiale, il presidente e CEO di Platinum Games Kenichi Sato ha infatti scritto:

Ci dispiace comunicarvi che il 9 gennaio Microsoft Studios ha annunciato la chiusura dei lavori su Scalebound. Siamo tutti molto delusi, soprattutto perché molti fan attendevano il gioco esattamente come noi. Per il futuro siamo al lavoro per offrire grandi giochi, partendo da NieR: Automata a marzo e con altri prodotti come Granblue Fantasy Project Re:Link e Lost Order.

Una dichiarazione che comunque non fa luce sull’improvvisa cancellazione del gioco. I fan, inoltre, si domandano anche chi abbia effettivamente in mano l’IP, per poter eventualmente sperare in un rilancio del marchio con un altro produttore.

Sapete che molti altri famosi giochi hanno subito la stessa sorte di Scalebound? Ne abbiamo raccolti alcuni e ve ne parliamo qui.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.