Secondo Pachter Red Dead Redemption 2 sfiorerà l’eccellenza

red dead 3
Di Mauro "Ryuk" Barone
7 novembre 2016

Michael Pachter, analista videoludico ormai di fama internazionale, si sofferma sul prossimo capitolo sviluppato da Rockstar Games che ha già riscontrato molto successo solo con l’annuncio, Red Dead Redemption 2. L’analista spende cospicue parole per il franchise affermando che, secondo lui, riceverà ottimi voti dalla critica.

Rockstar ottiene risultati altalenanti. Ha creato giochi che non sono stati apprezzati dalla critica, ma non ricordo un titolo che abbia ricevuto un Metascore inferiore all’83. GTA V ha ricevuto un 97, il che lo rende tra i giochi con il voto più alto in assoluto. Forse, solo Ocarina of Time ha un Metascore migliore. Si tratta, tuttavia, di giochi irripetibili. Nonostante ciò, sbagliano anche loro, come penso abbiano fatto con Max Payne 3.

Prendiamo in esempio Bully che, pur avendo un appeal abbastanza ristretto, è stato molto amato. Forse non era un gioco per tutti, ma chi lo ha comprato lo ha adorato. Possiamo parlare di tanti altri capolavori di Rockstar, come Manhunt, L.A. Noire e Red Dead Redemption che sono risultati giochi sviluppati davvero bene.

Una cosa è certa, qualsiasi prodotto passi per le mani di Rockstar diventa eccellente. È difficile prevedere il successo che riscontrerà un gioco, ma RDR ha già un pubblico. L’ultimo  Red Dead ha venduto 14 milioni di copie, quindi ci sono 14 milioni di persone interessate fin dal 2010, e altri 66 milioni che hanno giocato a GTA e gli daranno un chance. Non voglio sbilanciarmi sul numero di copie che venderà, ma non ci sono dubbi sul fatto che sarà un gioco fenomenale. Secondo me il punteggio non sarà inferiore al 90. Punterei su un Metascore superiore a 92 o 93, perché Rockstar ha le carte giuste per riuscirci.

Così si è espresso Pachter, voi cosa vi aspettate da Red Dead Redemption 2?

Vi ricordo che la data di uscita ufficiale non è ancora stata annunciata, ma dovrebbe aggirarsi intorno al prossimo autunno.

Fonte

 



Studente di Scienze della Comunicazione, grande appassionato di sport e videogiochi, in particolar modo degli sparatutto. Con Call of Duty: Modern Warfare 2 è stato amore a prima vista, da allora ama divertirsi con CoD ogni anno, sin dal quarto capitolo della saga. Negli anni ha imparato ad apprezzare giochi di vario genere, come Kingdom Hearts, Bioschock, Gran Theft Auto, Assasin's Creed e tanti altri titoli. Ama tenersi informato sul mondo tecnologico, videoludico e sportivo.