Sony si è opposta al cross-play per Fallout 76

fallout 76
Di Federico "Blue" Marchetti
3 luglio 2018

Fallout 76 sarà probabilmente l’ultima occasione per vedere una delle più celebri IP di Bethesda in azione sulle console attuali. Il gioco, in uscita il 14 novembre su PC, PS4 e Xbox One, giunge a 5 anni dalla nascita di questa generazione ludica, e appare vana la speranza di vedere Fallout 5 prima dell’uscita dei nuovi sistemi, considerando inoltre che il colosso americano sta lavorando duramente a Starfield e The Elder Scrolls VI che vengono già definiti come progetti next-gen.

Fallout 76 si pone come uno spin-off della serie principale, con la quale condivide l’universo narrativo, le meccaniche e il concept generale. C’è però una grande differenza rispetto, ad esempio, all’ultimo Fallout 4: il prossimo gioco sarà infatti una sorta di MMO, un gioco nel quale saremo perennemente immersi in un mondo online e con più giocatori ma che potremo giocare anche tranquillamente in single player.

Il fatto di poter creare la propria squadra di sopravvissuti del Vault 76 ha naturalmente fatto salire alla ribalta una delle questioni più discusse degli ultimi anni, il cross-play tra le varie piattaforme. Oggi Todd Howard di Bethesda è stato interrogato proprio a tal proposito, ma sappiate che non ci sono buone notizie. Fallout 76 non disporrà infatti di cross-play tra le console, e a quanto pare è tutta colpa della politica conservatrice di Sony.

Secondo Howard, Sony non ha fornito la possibilità di far giocare gli utenti PS4 insieme a quelli Xbox One e PC, e questo ha avuto le ovvie ripercussioni sulla decisione finale per Fallout 76. Non è la prima volta che la politica del colosso giapponese va contro alla volontà e ai desideri dei fan. Solo poche settimane fa, dopo il lancio di Fortnite su Switch, Sony si è resa protagonista di un dibattito similare, impedendo ai giocatori PS4 di utilizzare il proprio account Epic Games anche sulla console Nintendo.

Cosa ne pensate?

Fonte



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".