Una valanga di rumor su Death Stranding, potrebbe uscire nel 2020

death stranding
Di Andrea "Geo" Peroni
7 giugno 2018

Tra i protagonisti dell’E3 2018 di Sony ci sarà anche Death Stranding, la nuova opera di Hideo Kojima presentata due anni fa proprio in occasione della fiera losangelina. Difficile ipotizzare cosa vedremo sul palco in merito, ma il sogno, almeno per il momento, è quello naturalmente di gustare le prime sequenze di gameplay per un gioco che ha già su di sé un quantitativo esagerato di aspettative.

Quest’oggi su 4chan sono però emersi moltissimi rumor, in merito sia alla presunta finestra di lancio del gioco, sia al gameplay, per il quale Kojima avrebbe studiato un sistema completamente inedito riguardo la gestione delle meccaniche multigiocatore. Ve li riportiamo di seguito, ricordandovi ancora una volta che si tratta di rumor non confermati. Per sapere qualcosa di più su Death Stranding, in via ufficiale, dovremo attendere la conferenza Sony, che seguiremo in live streaming su YouTube.

E3 2018 – Tutte le conferenze in diretta streaming su UAGNA TV

La prima cosa che balza all’occhio, di questa potente indiscrezione, è la data di uscita. Death Stranding dovrebbe uscire nel 2020, e potrebbe trattarsi di un’esclusiva temporale di Sony, per poi uscire anche su PC. In questo caso, il leak è molto dubbio. Sin dal primo annuncio del gioco è stata subito messa in chiaro la partnership tra Kojima Productions e Sony Interactive Entertainment, tanto che, come accade per tutte le esclusive PS4, viene citata esplicitamente nel reveal trailer dalla poco confondibile scritta “Sony Interactive Entertainment presents”. Certo, qualcosa potrebbe essere cambiato in corso d’opera, ma per il momento ci appare difficile credere che Sony rinuncerà all’esclusività totale di Death Stranding dopo averlo prodotto.

Ma passiamo al gameplay. Stando al leak, sul palco dell’E3 2018 vedremo la prima sequenza giocata di Death Stranding, con Hideo Kojima stesso sul palco con tanto di Dualshock 4. La sequenza, come segnala il leak, sarebbe in realtà registrata e non in diretta, per evitare problemi di qualsiasi tipo, ma dovrebbe darci modo di vedere finalmente all’opera il nuovo titolo. La fonte anonima cita inoltre che il tutto verrà presentato come un normalissimo trailer, al quale seguirà poi l’ingresso di Kojima sul palco che prenderà il comando di Sam, il personaggio interpretato da Norman Reedus.

E ora iniziamo con i botti. Death Stranding vanterebbe un comparto multigiocatore, ma completamente innovativo. Il bambino, che abbiamo visto in tutti i trailer mostrati fino ad oggi, rappresenterebbe il punto in comune tra tutti i giocatori di Death Stranding, una singolarità di una sorta di multiverso, e il cui destino influenzerà anche il resto dell’esperienza di gioco. Nel finale potremo infatti decidere se tenere in vita il bambino o ucciderlo, e nel secondo caso non avremo accesso al multiplayer. Viene inoltre citato il fatto che a causa delle distorsioni temporali e di viaggi nel tempo, temi che molti hanno dedotto dai piccoli indizi lasciati da Kojima nei trailer, potrebbe capitare, casualmente, di trovarci di fronte ad un altro giocatore mentre stiamo giocando, senza però specificare le interazioni possibili tra i due. Inoltre, vengono fatti riferimenti a timeline che continuano a variare nel momento in cui moriamo, come se il Sam che abbiamo utilizzato fino a quel momento smettesse di esistere per far posto ad un altro.

Cosa ne pensate di questi rumor?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.