Universo Ubisoft condiviso? Sì, secondo un nuovo easter egg di Assassin’s Creed Origins

Di Andrea "Geo" Peroni
7 novembre 2017

L’ipotesi di un collegamento tra tutte le maggiori IP di Ubisoft (Far Cry, Watch Dogs, Assassin’s Creed) non è certo cosa nuova, ma alla luce di un nuovo ritrovamento sull’ultimo arrivato della casa francese i fatti potrebbero cambiare.

Qualcuno di voi ricorderà probabilmente Olivier Garneau. L’uomo è già stato presente in due giochi targati Ubisoft, in particolare il primo Watch Dogs, dove si rivelava essere l’obiettivo da uccidere di una missione secondaria di Aiden, e Assassin’s Creed IV: Black Flag, mentre lavorava alla Abstergo Entertainment. Già di per sè, il fatto di trovare Garneau in entrambi i giochi era un segnale evidente del collegamento tra le due serie, ma Eurogamer ha scovato tra le immagini di Assassin’s Creed Origins un nuovo riferimento che sostanzialmente ufficializza l’universo condiviso di Ubisoft.

Durante le sequenze nel presente, in cui impersoniamo Layla, possiamo analizzare il suo PC portatile nel quale sono riportate le notizie più disparate, dalla morte di Desmond ai fatti più recenti su Alan Rikkin (personaggio interpretato da Jeremy Irons in Assassin’s Creed). Uno di questi file riguarda, udite udite, Olivier Garneau, del quale possiamo osservare una foto mentre vien ucciso nientemeno che da Aiden Pierce, protagonista di Watch Dogs.

L’idea di un universo Ubisoft condiviso è davvero affascinante, ma fino ad ora l’azienda non si è mia espressa ufficialmente a riguardo. Le prove, però, sono incontrovertibili a questo punto.

A proposito di Watch Dogs, sapevate che è gratuito per un periodo limitato?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.