One Piece: Burning Blood – Intervista ai produttori

uagna one piece
Di Andrea "Geo" Peroni
21 dicembre 2015

Durante la nostra visita alla sede centrale di Bandai Namco abbiamo avuto modo di parlare con alcuni produttori di One Piece: Burning Blood, il gioco in arrivo a giugno 2016 su PS4, PS Vita, PC e per la prima volta in assoluto per la serie One Piece anche su Xbox One. Il gioco rappresenta un netto cambiamento dalla serie Pirate Warriors, perchè Burning Blood è un action fighting puro e non più un musou.

D: Siamo dei grandi fan di One Piece: manga, anime e videogiochi. Questo One Piece: Burning Blood, però, è speciale per noi, perché rappresenta un titolo richiesto dai fan da molto tempo. Si tratta di qualcosa che avevate già in mente da tempo o sono stati i feedback degli utenti a convincervi?

R: La risposta sarà riservata alla parte produttiva, perché noi ci occupiamo di quello. Abbiamo discusso di questo gioco sicuramente perché i fan lo chiedevano. Siamo riusciti a sfruttare la potenza di PS4 e Xbox One, quindi molti effetti, fuoco, gelo, elettricità, che prima non erano possibili. E’, secondo noi, il miglior momento per lanciare un titolo fighting di questo tipo su One Piece.

D: E’ possibile utilizzare altri Frutti del Diavolo oltre a quelli di cui già dispone un personaggio? Ad esempio, Rufy potrebbe utilizzare un Rogia oltre al frutto Gum Gum?

R: No. Ogni personaggio avrà il suo Frutto, lo stesso che ha anche nell’anime, anche se ovviamente ci saranno delle eccezioni. Franky, ad esempio, non ha un Frutto, e quindi la sua versione potenziata sarà raggiunta in maniera differente. Abbiamo cercato di restare il più possibile fedeli al manga e all’anime originali.

R: Ci sarà una modalità storia o è un titolo prettamente arcade?

D: Nei prossimi giorni arriveranno nuove informazioni sulla storia [che quindi ci sarà, ndr].

R: One Piece è uno degli anime e manga più famosi al mondo. Sono passati già 11 anni dall’inizio, e prima o poi arriverà una fine anche per questa serie. Avete già in mente qualcosa di completamente nuovo per il futuro della serie? Magari nuovi personaggi, nuove storie da raccontare?

D: Al momento non è una domanda che ci siamo posti. Siamo attualmente concentrati su Burning Blood, e prevediamo che One Piece durerà ancora per molto quindi il problema attualmente non si pone.

R: Quanti personaggi ci saranno?

D: Il roster dei personaggi qui presente è molto limitato, ma nei prossimi giorni ci saranno nuove informazioni. Avete visto personaggi dalla saga di Dressrosa, ma anche di Alabasta e di altre arene e saghe della storia, quindi il roster che stiamo realizzando è gigantesco. Stiamo inoltre cercando di renderlo sempre più fedele all’anime, e proporre personaggi nuovi è naturalmente in quest’ottica.

Cliccate qui per le nostre impressioni sulla demo di One Piece: Burning Blood.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.