Pyre – Annunciato il multiplayer locale

Di Luca "Beard" Porro
5 dicembre 2016

Il prossimo gioco sviluppato da Supergiant ( Bastion, Transistor), Pyre, avrà una modalità multiplayer locale uno versus uno e uno versus IA.

Il gioco, che era presente alla Playstation Experience, è molto differente rispetto ai giochi precedentemente sviluppati dalla piccola software house americana pur condividendone lo stile grafico. Il gioco, che ci metterà nei panni di un gruppo di esuli alla ricerca della libertà, abbandona le atmosfere dei primi due giochi per catapultarsi in un mondo high fantasy ( sotto genere del fantasy in cui le vicende avvengono in un mondo secondario o parallelo rispetto a quello reale). Il gruppo di esuli dovrà riuscire ad evadere dal purgatorio in cui è stato confinato e per farlo il giocatore dovrà affrontare altri gruppi; tutto questo attraverso un gameplay che attinge elementi dagli sport evitando ogni tipo di violenza.

Il gioco, che sarà molto basato sulla narrazione, alternerà momenti di viaggio ed esplorazione a momenti di sfida tra i vari team di esuli. L’obbiettivo di queste “battaglie” consisterà nel condurre una sfera in una pira infuocata(da qui il nome Pyre) nel campo avversario, evitando che questa sfera venga rubata e portata dagli avversari nella vostra pira. Proprio queste gare sono il teatro della modalità multiplayer locale del gioco, che metterà voi e il vostro avversario (o l’IA) al comando di un team di 3 esuli ciascuno a darsi battaglia.

Supergiant ha dichiarato che al momento è prevista la sola modalità locale per il multiplayer, ma, successivamente al lancio del gioco, non escludono un possibile innesto di una componente online per questa modalità. Vi ricordiamo che per ora il gioco è previsto per un generico 2017 per PC e PS4.

Fonte



Sono un neolaureato in scienze politiche e delle relazioni internazionali con la passione per i videogiochi fin da piccolo. Ho sempre cercato di coltivare la mia passione cercando di rendere gli altri partecipi delle sensazioni che provavo. Ogni piattaforma su cui ho giocato dal 1998 ad oggi ha contribuito alla mia formazione, e ha lasciato nella mia mente ricordi di emozioni donati da capolavori come Monkey island, Legacy of Kain, Suikoden 2 e Final Fantasy IX.