Recensione Hitman Ep.2 – Benvenuti in Italia

uagna hitman
Di Marco "Bounty" Di Prospero
27 aprile 2016

Square Enix e IO Interactive hanno appena rilasciato su PS4, Xbox One e PC, il secondo episodio dedicato ad Hitman, intitolato “Sapienza”. Il primo episodio di Hitman ci aveva lasciato un po’ di amaro in bocca, in quanto non eravamo rimasti molto convinti di alcune caratteristiche del gioco. Sarà riuscita IO Interactive a colmare i nostri dubbi? Bè scopritelo continuando a leggere la nostra recensione su Hitman Ep.2: Sapienza.

Nota: La versione testata è quella PS4.

MARE SOLE E DELITTI

Il breve soggiorno dell’Agente 47 in Italia si svolge nella città fittizia di Sapienza, posizionata sulla costa amalfitana. La missione principale sarà quella di distruggere il prototipo di un virus mortale, che potrebbe creare gravi problemi all’intera umanità. Per raggiungere il nostro scopo, dovremo quindi entrare all’interno della villa di Silvio Caruso, uno dei target designati per poi infiltrarci all’interno del personale per poterci muovere senza destare sospetti. Una volta aver avviato la missione (e dopo un caricamento praticamente infinito), ci siamo ritrovati un Agente 47 intento a leggere un giornale su una panchina per non essere notato dalle persone circostanti. Già dai primi momenti di gioco, abbiamo potuto notare la grande cura posta dagli sviluppatori nel creare la città di Sapienza che, seppur inventata, è stata ben ispirata alle diverse cittadine posizionate nel nostro bel paese.

città sapienza hitman

Vi proponiamo di seguito il video a 360 gradi e con risoluzione 4K della location Sapienza. Una figata!! (ndr)

Come se non bastasse inoltre, la mappa in cui ci ritroveremo a muoverci, è molto più vasta più complicata rispetto a quella di Parigi, vista nel primo episodio. Infatti la mappa sarà strutturata in 7 diversi livelli, ognuno dei quali ricchissimo di dettagli e vario rispetto alle altre zone. Tuttavia, nonostante una mappa veramente ben realizzata, il secondo episodio di Hitman ha anche diversi difetti, di cui parleremo meglio nel prossimo paragrafo.

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.