[Recensione] Juicy Realm: un colorato roguelike in stile cartoon

Di Claudio Caudullo
15 giugno 2018

Spacecan Games debutta nel mondo dei videogiochi pubblicando Juicy Realm, un coloratissimo Roguelike multipiattaforma rilasciato su Playstation 4, Nintendo Switch, Pc ed Android. Il roguelike è di sicuro un genere un po’ azzardato per sviluppatori alle prime armi, specialmente dopo aver visto titoli come The Binding of Isaac e Nuclear Throne aver preso il genere per mano amalgamando perfettamente le sue caratteristiche principali nelle proprie. Bello all’occhio come una ricetta di un ottimo chef stellato, ma sarà anche buono da mangiare? E’ vero che l’occhio vuole la sua parte, ma riuscirà Juicy Realm a mettere la firma in un genere parecchio rivisitato nell’ultimo periodo? Scopriamolo insieme in questa recensione!

Piante contro Umani?

Per anni gli umani hanno dominato la catena alimentare mangiando un po’ tutto quello che volevano, finché le piante non hanno iniziato a sviluppare nuove caratteristiche rendendosi sempre più pericolose per la razza umana. Il cibo inizia a crescere partendo da braccia, gambe, fino ad utilizzare anche armi da fuoco, tutto questo per sbarazzarsi degli umani arroganti che si sono cibati di loro: ed è proprio per questo motivo che 4 cacciatori, che saranno i nostri protagonisti, decidono di affrontare a viso aperto queste creature per far capire una volta per tutte chi comanda.

In Juicy Realm inizierete la vostra esplorazione una volta scelto uno dei 4 cacciatori che più vi aggrada analizzando le sue caratteristiche principali, l’arma in suo possesso con cui inizierete e la sua abilità speciale. Le statistiche sono molto basilari perché parliamo di velocità e saluta massima, niente di troppo complesso. Oltre al giocatore singolo potrete anche decidere di vivere la vostra avventura con un amico grazie alla modalità cooperativa per due giocatori. Una volta partiti vi ritroverete in queste aree generate automaticamente dove al loro interno troverete nemici pericolosi pronti a sbarrarvi la strada e varie trappole: Il vostro scopo sarà sgomberare l’area da tutti i nemici per poter avanzare nella zona successiva, fino ad affrontare direttamente un boss. A rifornirvi troverete delle casse sparse per la mappa che potrebbero contenere munizioni, batterie per ricaricare la vostra abilità oppure cibo e pozioni curative per curare la vostra salute: inoltre dopo aver completato un’area verrà droppata una cassa più grande che potrebbe contenere anche delle armi.

Le armi sono suddivise in due tipi: armi da mischia ed armi da fuoco, entrambe saranno acquistabili dai mercanti o semplicemente trovate in giro come ogni roguelike che si rispetti. La varietà non è tanto alta ma troverete anche divertenti armi particolari come la Padella di PlayerUnknown’s Battlegrounds, il Logo di Steam che spara codici sconto ed anche un pollo di gomma.

Le munizioni risulteranno abbastanza scarse e dovrete cercare il più possibile di non sprecare i proiettili, almeno finché non arriverete nei distributori dove potrete rifornirvi comprando una cassa di munizioni. I soldi droppati dai nemici saranno spendibili per potenziamenti al personaggio limitati alla run corrente, munizioni ed armi, o semplicemente cibo per ricaricarvi. Se non volete spendere proprio tutto e tenere da parte qualche moneta potete anche conservare i vostri sudati risparmi in un salvadanaio a forma di maialino e successivamente distruggerlo per recuperare tutte le vostre monete raccolte.

Un mondo di gioco colorato ma monotono

Il mondo di gioco è composto da 4 zone principali che si concludono con un boss da sconfiggere: i boss non saranno generati  casualmente ma ogni area avrà il suo boss caratteristico. Le battaglie non saranno troppo complesse, l’unico fastidio sarà il dover seguire per forza un determinato metodo per sconfiggere i boss, togliendovi quella libertà di affrontarli a vostro piacimento e con le vostre tecniche.

La difficoltà generale si suddivide in tre livelli ovvero facile, medio e difficile, tutti e tre non creeranno tanti problemi se siete abituati al genere. Se comparate Juicy Realm ad altri titoli simili vi sembrerà una versione molto più semplice che vi accompagna gradualmente nella vostra avventura, anche se ci saranno quei momenti di caos generale che potrebbero uccidervi all’istante. Ma il problema principale di Juicy Realm sta proprio nelle sue meccaniche roguelike che risultano parecchio scarse per il genere.

Abituati a titoli come Binding Of Isaac che offrono una vasta varietà di nemici e situazioni, questo gioco purtroppo non riesce a raggiungere tale diversità tra una run e l’altra. La monotonia è davvero alta e la varietà praticamente bassisima, è come se affrontaste la stessa identica zona per ogni run, il che è un male per un gioco di tale genere. Una volta finita la prima run infatti difficilmente avrete voglia di rigiocarci, perché non avrete nient’altro da vedere che non avete già visto in precedenza.

Caratteristiche mancanti

Mancano quei caratteristici segreti che rappresentano una colonna portante dei roguelike, e non essendoci segreti si perde anche quella voglia di esplorare le varie zone alla ricerca di oggetti o poteri leggendari. Ovviamente parliamo pur sempre di un titolo composto soltanto da due persone, quindi potrebbe anche starci la mancanza di dettagli, anche se dopo aver visto cosa sono riusciti a sviluppare pochissime persone con Binding of Isaac, di sicuro si poteva fare molto di più. Gli sviluppatori hanno garantito che arriveranno altri contenuti in futuro gratuitamente, quindi si spera che riusciranno a riempire queste mancanze con qualche nuova aggiunta che potrebbe variare la vostra esperienza di gioco generale.

Invece una caratteristica che spicca tantissimo è lo stile grafico che pur essendo di un indie creato da due persone risulta davvero bello all’occhio del giocatore. Lo stile cartoon è fantastico e le zone, i tipi di mostri ed anche i boss sono rappresentati ottimamente. Ogni area ha un tema principale ed i suoi nemici rappresentano tale tema cambiando aspetto, come ad esempio un’area ghiacciata dove vi è possibile affrontare dei ghiaccioli giganti, tanto per dirne una. Infatti il lavoro artistico dietro questo titolo è davvero alto ed inoltre accompagnato egregiamente da una soundtrack che calza a pennello con il tipo di stile che rappresenta Juicy Realm.

Pro

  • Perfettamente curato graficamente
  • Giocabilità fluida anche se non troppo impegnativa
  • Cooperativa divertente

Contro

  • Aree troppo simili tra loro
  • Poca varietà generale e niente da esplorare
  • Rigiocabilità scarsissima

Per essere un titolo debuttante Juicy Realm ne esce davvero discretamente con un reparto artistico fantastico che purtroppo non riesce a coprire la mancanza di tante caratteristiche di un tipico roguelike che si rispetti. Tali mancanze si fanno davvero pesanti una volta aver finito il gioco, che potrebbe anche accadere dopo la prima mezz’ora, e per molti giocatori potrebbe essere anche un motivo valido per non comprarlo. Io vi consiglio personalmente di dare una possibilità a questi sviluppatori alle prime armi che hanno debuttato con qualche difficoltà, ma che sembrano davvero intenzionati a proseguire i loro lavori su questo titolo cercando il più possibile di renderlo un roguelike più completo di quello che è al momento.

 

 



Autore alle prime armi con una grande passione per i videogiochi, specialmente giochi indie, carlini e meme.