[Recensione] Sapere è Potere: I Decenni – Party quiz, che passione!

Di Andrea "Geo" Peroni
17 novembre 2018

Giusto pochi giorni fa vi abbiamo parlato di Scimpazziamo, il nuovo party game della gamma PlayLink di Sony che abbiamo trovato particolarmente riuscito. Scimpazziamo, insieme ad altri titoli, fa parte della nuova ondata di giochi targati PlayLink, realizzati da Sony con l’intento di promuovere il gioco in compagnia e renderlo accessibile a tutti, necessitando solamente di smartphone e app gratuita. Tra questi, c’è il ritorno di uno dei titoli più apprezzati tra i PlayLink del 2017, Sapere è Potere, che con il “sequel” I Decenni torna a farsi avanti con i suoi quiz. Lo abbiamo testato in compagnia di un folto gruppo di amici, e siamo pronti a parlarvene qui nella nostra recensione, con una piccola premessa: se avete apprezzato il primo Sapere è Potere, non potrete fare a meno di amare anche questo.

SAPERE E POTERE

La struttura generale di Sapere è Potere: I Decenni rimane sostanzialmente invariata rispetto al suo predecessore. Facciamo un riepilogo per chi non avesse familiarità con il gioco. L’intera esperienza si pone come un gioco a quiz con risposta multipla dove i giocatori, da un minimo di 2 ad un massimo di 6, si sfidano a suon di domande suddivise per categorie che ci vengono proposte. Nel caso de I Decenni, le categorie non sono più come in passato Storia, Scienze, Fisica e così via, ma si riferiscono ovviamente ai decenni: ogni “porta” che selezioneremo al termine di una sessione di domande ci condurrà verso un nuovo decennio dell’era moderna (dagli anni ’80 agli anni 2010), e solo successivamente saremo chiamati ad un’ulteriore selezione della categoria. Selezionando anni ’90 e Cinema, ad esempio, potrebbe capitare una domanda su Jurassic Park.

A seconda del tempo di risposta, poi, accumuleremo un diverso punteggio che si sommerà mano a mano e che verrà convertito in gradini nella Piramide di Potere, l’ultima sfida del gioco anche qui riproposta. Anche nella piramide, così come nelle altre domande, sarà possibile avvalersi inoltre di una serie di power-up per scommettere su un giocatore, raddoppiare i punti in caso di vincita, oppure conferire malus ai giocatori. Con il potenziamento Blob, ad esempio, un giocatore a nostra scelta si ritrova le risposte sullo schermo del cellulare ricoperte da una poltiglia verde, e sono costretti a rimuoverla con il dito prima di poter rispondere. Oltre ai potenziamenti che già conosciamo, ne sono stati inseriti alcuni inediti per questo nuovo gioco, come la zip che ci impedisce di leggere le risposte se prima non l’abbiamo aperta del tutto. Non variano granché la formula che già conoscevamo, ma si tratta di gradite aggiunte all’esperienza complessiva.

PERCHÈ TUTTI ADDOSSO A ME??

Uno dei difetti più grossi legati al primo capitolo era la gestione della fase conclusiva della gara, quando tutti i partecipanti si ritrovano ai piedi della Piramide del Potere per la scalata finale. Il rischio di ritrovarsi bombardati da troppi malus contemporaneamente e vedere sfumare in un attimo il prezioso vantaggio che avevamo accumulato era altissimo, e purtroppo anche ne I Decenni non è stato bilanciato questo aspetto dell’esperienza. Ciò che conta però è che il gioco targato Wish Studios riesce nel suo intento, molto semplice e accessibile a tutti: divertire, e farlo quando si è in compagnia, concetto che dovrebbe essere alla base di qualsiasi gioco a quiz come Sapere è Potere.

La gamma tutta nuova di domande soddisfa, e la difficoltà sembra essersi leggermente alzata rispetto al primo gioco (ma non troppo), quando alcuni quesiti risultavano quasi imbarazzanti per la loro semplicità. Sapere è Potere: I Decenni è dunque questo: una solida riconferma della sua prima apparizione, con nuove domande – cosa ovvia, converrete con noi – e qualche meccanica extra che tenta di rinfrescare il tutto, ma le reali novità sono davvero esigue. Quella forse più importante da segnalare riguarda i minigiochi di intermezzo tra una fase di domande e un’altra, che vedono l’aggiunta di una sfida inedita.

Il design del gioco è comunque sempre da premiare, fatto di colori, suoni e musiche sempre solari. I nuovi personaggi, che rispecchiano i vari periodi storici ai quali Sapere è Potere: I Decenni fa riferimento, sono come sempre caricaturali e simpatici, ma non sono niente più che una banale variazione dal precedente capitolo. Fa invece piacere l’idea degli sviluppatori di rendere più sostanziosa l’offerta regalando una modalità extra chiamata Quiz Boom che è possibile utilizzare anche in solitaria e senza accendere la console e il gioco. Una serie di domande molto veloci, che cambiano di giorno in giorno, e la modalità è portata a casa. Forse manca qualche incentivo extra per potere i giocatori a sfruttarla, ma è comunque una buona idea.

PUNTI DI FORZA

  • Un quiz game divertente come il precedente
  • Domande nuove di zecca

PUNTI DEBOLI

  • Formula sostanzialmente priva di vere novità
  • Perché non proporre uno sconto per i possessori del primo gioco?

Sapere è Potere: I Decenni è una naturale evoluzione del primo capitolo della gamma PlayLink, forse anche troppo naturale. A fronte di una serie di nuove domande (scelta obbligatoria, naturalmente) e di alcune nuove meccaniche di gioco, il titolo non propone infatti sostanziali novità che possano far cambiare idea a chi non era rimasto soddisfatto dal primo Sapere è Potere. Al contrario, chi aveva apprezzato il primo gioco a quiz della serie sarà sicuramente soddisfatto una volta acquistato anche questo seguito, che farà passare più di una serata di divertimento in compagnia. Forse, però, avremmo apprezzato anche un piccolo sconto per chi già aveva nella propria libreria il primo Sapere è Potere…

Ringraziamo Sony Interactive Entertainment per il codice review di Sapere è Potere: I Decenni.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.