[Recensione] Super Bomberman R Shiny Edition

Super Bomberman R Recensione
Di Ruggiero
20 giugno 2018

Dopo essere approdato su Nintendo Switch il 3 marzo dello scorso anno, Super Bomberman R arriva con la sua Shiny Edition su PlayStation 4, Xbox One e PC. Questa nuova versione del puzzle game è abbastanza fedele all’originale a livello di contenuti, tranne che per la presenza di personaggi esclusivi provenienti da alcuni franchise storici delle singole piattaforme; nel nostro caso, su PlayStation 4, sono stati Ratchet e Clank a fare gli onori di casa, mentre sugli altri due device è possibile trovare rispettivamente Master Chief e i protagonisti di Portal.

Fatta questa piccola premessa, possiamo passare subito alla fase di analisi del titolo sviluppato e distribuito da Konami.

Kaboom!

La modalità storia di Super Bomberman R ci porta nel sistema Cielostellato, sul pianeta dei fratelli Bomberman. Durante una tranquilla giornata come le altre, i nostri beniamini vengono avvisati dell’imminente arrivo del malvagio imperatore Buggler; quest’ultimo, dopo aver liberato i 5 bomberman malvagi dal loro sonno, intende conquistare tutti i pianeti conosciuti per dare inizio al suo regno del terrore. Una trama non certo originale, ma non importa, dato che non è questo il fulcro del gioco.

Per sconfiggere Buggler e riportare la pace, gli 8 fratelli dovranno visitare i 5 principali pianeti del sistema Cielostellato, ognuno con caratteristiche diverse e composto da 8 livelli (a cui se ne aggiungono i due del boss) con difficoltà crescente. L’obiettivo base di ogni stage sarà arrivare alla fine del labirinto e le modalità variano tra: ricerca di chiavi nascoste, uccisione di tutti i nemici e salvataggio degli NPC in pericolo. Benché i livelli non siano tutti uguali tra loro, c’è una ripetitività di fondo che fortunatamente viene limata dalle boss battle e dalla possibilità di affrontare la storia in cooperativa locale con un altro utente. La durata dell’intera campagna è nella norma per un titolo di questo tipo (qualche oretta al massimo) e il livello di sfida è tutto sommato giusto; l’IA, non sempre perfetta, riesce a cavarsela nella maggior parte delle situazioni e a dare abbastanza fastidio al giocatore.

Il gameplay di Super Bomberman R rimane fedele alla serie. Impersonando un personaggio a scelta dal roster ci si fa spazio a suon di bombe tra i nemici, mischiando strategia e power-up raccolti strada facendo. Konami sceglie quindi di non stravolgere l’eredità di un titolo storico e punta tutto sull’effetto novità dell’attuale generazione di console. Una piccola nota dolente è però la visuale. L’azienda giapponese ha abbandonato la classica visuale dall’alto per passare a quella isometrica e il risultato non è esaltante, dato che in alcune fasi concitate del gioco, specialmente in coop, creerà qualche problema.

Pregi e difetti della condivisione

Se la modalità storia del gioco convince e non convince, le battaglie con altri giocatori sono il massimo del divertimento. Fino a 4 utenti contemporaneamente possono farsi guerra sulla stessa console in sfide all’ultimo sangue condite da una nuova aggiunta ad opera degli sviluppatori: la modalità vendetta. Quest’ultima prevede la possibilità di ritornare in vita – dopo la morte, ovviamente – a bordo di piattaforme fluttuanti per bombardare a più non posso gli altri giocatori, nella speranza di colpirli e poter così prendere il loro posto sul campo. Dobbiamo ammettere che la modalità vendetta ha reso i nostri match imprevedibili e più intensi vista la loro natura esclusivamente ludica, anche se è bene notare che nelle partite competitive questa feature potrebbe creare parecchio malumore.

Sulla questione comparto online vogliamo soffermarci in maniera particolare. Durante la nostra prova, durata più di qualche giorno, non siamo praticamente mai riusciti a completare una partita in rete contro altri giocatori. Nel migliore dei casi ci siamo dovuti confrontare con utenti con ping altissimo e lag alle stelle, condizioni impensabili per un match in ranked dove il tempismo è la componente più importante; nei casi peggiori (e ciò è avvenuto il più delle volte) non siamo riusciti a trovare nessuno. Il netcode soffre evidentemente di molteplici problemi, già presenti sulla versione Switch e prontamente evidenziati da utenti e stampa di settore, ed è quindi difficile capire le motivazioni che abbiano spinto l’azienda giapponese ad ignorare un feedback così importante. Il comparto multiplayer, in questo tipo di giochi, è importantissimo, specialmente in un momento storico in cui il gioco in locale sta morendo e viene sempre meno implementato dalle software house.

Pro

  • Il gameplay è una garanzia
  • Divertente in compagnia

Contro

  • Multiplayer online pessimo

Super Bomberman R è un buon puzzle game che si esalta, ed esalta, con il multiplayer. Velocità di pensiero e azione sono gli ingredienti principali alla base del gameplay classico della serie, rimasto immutato negli anni. Peccato per il multiplayer abbandonato a sé stesso.



Gamer sin dalla tenera età, è impegnato nel tentativo di trasformare la sua passione in lavoro. Scrive di videogiochi con lo stesso entusiasmo che Carlos Matos ha per la vita.