Rise of the Tomb Raider – Rivelati tutti i livelli di difficoltà e lista Achievement

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
27 settembre 2015

Arrivano nuovi dettagli per Rise of The Tomb Raider, esclusiva temporale di Xbox in uscita il 13 novembre 2015 su Xbox One e Xbox 360. Potrete conoscere la nostra anteprima del gioco in questo articolo.

Innanzitutto sono stati rivelati tutti i livelli di difficoltà del titolo sviluppato da Crystal Dynamics, impostando i parametri in base al livello di sfida che vorremo intraprendere.

Adventurer
– Mira assistita
– Poca energia per i nemici, che causano pochi danni

Tomb Raider
– Mira assistita disattivata
– I nemici possiedono energia normale e causano danni medi

Seasoned Raider
– Mira assistita disattivata
– La salute si rigenera solo se non è in atto un combattimento
– I nemici possiedono più energia, causano più danni ed hanno sensi potenziati

Survivor
– Mira assistita disattivata
– Rigenerazione della salute disattivata
– I nemici hanno ancora più energia, causano più danni ed i loro sensi sono più sviluppati
– Ci saranno diversi tipi di nemici e più impegnativi
– Risorse più rare e potenziamenti più costosi
– L’utilizzo dell’accampamento richiederà risorse

Vi sarà la possibilità di passare da un livello all’altro in qualsiasi momento attraverso il menù, fatta eccezione per Survivor, che si può selezionare solo all’inizio della campagna. Torneranno i sottotitoli colorati relativi al personaggio parlante, ma si potranno impostare, a scelta, col colore bianco per tutti.

Inoltre Major Nelson, ha pubblicato sul proprio blog, la lista degli Achivement di Rise of the Tomb Raider. Gli obiettivi sono molti ed abbastanza interessanti.

Alcuni di questi sono stati inseriti a fondo della pagina raggiungibile in questo link, per evitare spoiler sulla trama.

Restate sintonizzati su Uagna.it per le ultime news dal mondo videoludico.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.