PLUS V GOLD – Dawn of Player [Aprile 2017]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
3 aprile 2017

Anche questo mese, come sempre, torniamo con la rubrica PLUS V GOLD. Il nocciolo della questione è sempre lo stesso: questo mese, quindi aprile in particolare, vede uscire vincitore PlayStation Plus oppure il servizio Games with Gold di Microsoft? Forse mai come questo mese il confronto è molto sbilanciato (specialmente su old gen), e se seguite attivamente il mondo dei videogiochi è probabile che sappiate anche la risposta finale. Ma non perdiamoci in troppe chiacchiere, e diamo uno sguardo alla sfida.

PS4 V XBOX ONE

L’offerta di PlayStation 4, a patto che vi possano interessare prodotti come questi, potrebbe riservare gradite sorprese. Lo sparatutto multiplayer Drawn to Death farà il suo debutto per PS Plus proprio in concomitanza con l’uscita su PlayStation 4, e dunque ad oggi non siamo ancora in grado di dirvi se il gioco di David Jeffe possa rappresentare una valida proposta. Sembra però, dalle prime notizie in rete, che il titolo sia molto valido. Il secondo gioco, un altro indie, è Lovers in a Dangerous Spacetime, action fantascientifico di Asteroid Base incentrato sulla forte componente co-op che lo contraddistingue, e dunque da giocare in compagnia per assaporarlo al meglio. Valutazioni molto buone (82/100), e dunque un titolo quantomeno da provare per farsi una breve partita in leggerezza. Cambiamo sponda, e passiamo a Xbox One dove troviamo Ryse: Son of Rome e The Walking Dead: Stagione 2. Due titoloni sulla carta, ma non è tutto oro quello che luccica. La seconda stagione dell’acclamata avventura grafica di Telltale Games non ha entusiasmato come la prima, peccando soprattutto sul fronte di una sceneggiatura non proprio ispirata, ma si porta a casa una buona media di circa 82/100 per tutti gli episodi. Il gioco di Crytek, Ryse: Son of Rome, è invece un titolo altamente controverso. Tecnicamente strabiliante, l’action ambientato nell’Antica Roma risulta molto debole sotto tutti gli altri punti di vista, specialmente nel gameplay che si riduce ad un insieme di QTE davvero poco esaltanti. Solo 60/100 è il punteggio su Metacritic, e dunque il confronto potrebbe chiudersi a favore di PlayStation 4 se Drawn to Death dovesse rivelarsi un buon prodotto. Per il momento, decretiamo una imparziale parità.

MY DEAR OLD GEN

Due must ormai d’altri tempi per Xbox 360, non perfetti ma non per questo da non considerare. Darksiders di Vigil Games è la prima offerta di Games with Gold, un action adventure che nel 2010 fu capace di crearsi sin da subito una fanbase altamente attiva e vogliosa ancora oggi di un terzo capitolo. Impersonando uno dei Cavalieri dell’Apocalisse, dovremo riuscire a ribaltare le sorti di una guerra che sembra ormai perduta contro il terrificante Distruttore. 83/100 il voto di Metacritic a Darksiders, molto simile a quello dell’altro gioco per Xbox 360, Assassin’s Creed: Revelations (80/100). La conclusione delle avventure di Ezio Auditore non è certamente all’altezza di Assassin’s Creed II e Brotherhood, ma come sempre la produzione Ubisoft si esalta in quanto a realizzazioni artistiche e visive. Su PlayStation 3, invece, potremmo decidere di stendere il famoso velo pietoso. Alien Rage, un FPS sci-fi di CI Games, può essere tranquillamente liquidato con il suo Metascore, intorno al 50/100 (la versione PS3 non ha un punteggio, quindi ci basiamo su quelle PC e Xbox 360, rispettivamente 52 e 46 su 100) e che fa capire la natura del prodotto, purtroppo. Il secondo titolo, Invizimals: The Lost Kingdom, riesce nell’impresa di pareggiare il suo compagno. Anche il card battle game di Magenta Sotfware, infatti, si porta a casa un indecoroso 50/100, dimostrandosi peraltro il capitolo più debole dell’intera serie Invizimals. Non c’è alcun bisogno di rimarcarlo, ma su old gen il confronto si conclude con una vittoria a dir poco schiacciante di Xbox 360, e ci auguriamo che un mese del genere su PS3 non venga mai più proposto.

Chiudiamo con un brevissimo report dei giochi per PS Vita, che questo mese sono entrambi giocabili anche su PS4 tramite cross-buy. Il primo è 10 Second Ninja X, indie action che sembra aver regalato belle soddisfazioni alla critica (tra 76 e 80 i punteggi attuali sulle varie piattaforme). L’ultimo gioco è invece Curses’n’Chaos, brawler arcade che sfortunatamente non ha avuto gli stessi riconoscimenti fermandosi a 70/100.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.