PLUS V GOLD – Dawn of Player [Febbraio 2017]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
7 febbraio 2017

Puntuale come un orologio svizzero (e invece no, perdonateci per l’attesa), ecco che torna PLUS V GOLD, la rubrica mensile di Uagna.it che vi tiene aggiornati sulla più agguerrita console war degli ultimi anni, quella cioè tra PlayStation Plus e Xbox Live Gold. Non indugiamo oltre se non ricordando le “regole” di tale sfida: i voti segnalati vengono recuperati dal noto sito Metacritic.com, e non vengono conteggiati i giochi per PS Vita non essendoci un rispettivo concorrente dal lato Microsoft.

LBP32

TORNA UN TRIPLA A SU PS4

Iniziamo con la notizia che molti aspettavano da molto tempo, seppur abbia scontentato (ma và? Non l’avrei mai detto) gran parte degli utenti: un videogame AAA torna su PlayStation Plus per PS4 dopo diversi mesi di attesa. Si tratta di LittleBigPlanet 3, il platform action sviluppato da Sumo Digital (che ha preso le redini della serie da Media Molecule, attualmente impegnata su Dreams) e uscito nel 2014. La formula è quella classica: una storia, da giocare in singolo o in cooperativa, e poi un mare sconfinato di livelli scaricabili online e creati interamente dagli utenti. Non il migliore della serie (79/100 su Metacritic), ma è sicuramente un buon prodotto. Il TPS (anche se il discorso potrebbe essere molto più ampio rispetto alla riduzione a semplice sparatutto) di Roll7 Not a Hero è invece il secondo gioco in regalo per gli abbonati di questo mese. Contraddistinto da una particolare grafica “pixelosa”, il gioco è incentrato sulle vicende di un coniglio viola venuto dal futuro (74/100). Passiamo alla concorrenza, che parte alla grandissima con Project Cars, il cui sequel è anche già stato annunciato da poche settimane. Uno dei racing game più chiacchierati  e riusciti degli ultimi anni, anche se non riesce a reggere il confronto con mostri come Forza Horizon 3 (81/100). La sorpresa è però Lovers in a dangerous spacetime, indie sviluppato da  Asteroid Base e, stando a Metacritic, il miglior gioco di tutta la lista per current gen. Descritto come estremamente colorato, divertente e folle, questo platform molto particolare merita di essere sicuramente giocato (82/100).  Ricapitolando, per pochissimi punti esce vincitrice Xbox One, proprio grazie all’ultimo indie di cui abbiamo appena parlato.

Monkey-Island-SE-

IL SEGRETO DI MONKEY ISLAND

Restiamo su Microsoft e passiamo però alla old gen, iniziando con un caposaldo della storia videoludica. Monkey Island 2: LeChuck’s Revenge – Special Edition è infatti la grande proposta per Xbox 360, una delle avventure punta e clicca più famose e ben riuscite della storia. Sviluppata da un’allora imponente LucasArts, che nel giro di pochi anni sfornò capolavori come Days of the Tentacle e Grim Fandango, Monkey Island 2 è un’opera maestosa che venne rimasterizzata alcuni anni fa per le console attuali e PC, e pur senza brillare per il restyling grafico e la pulizia non può fare a meno di far scendere una lacrimuccia ai nostalgici (85/100). Mese concentrato su LucasArts per Xbox 360, perché anche il secondo titolo arriva dallo studio creato da George Lucas. Parliamo stavolta di Star Wars: Il potere della Forza, un action in terza persona ambientato tra Episodio III ed Episodio IV della mitica serie cinematografica di Guerre Stellari. Purtroppo, a differenza dei fim, il gioco non è riuscito ad entrare nella storia e a sfruttare pienamente il potere della Forza (73/100). Su PS3 c’è un piccolo orgoglio italiano: è disponibile infatti l’indie Anna: Extended Edition, un’avventura punta e clicca ambientata nella Valle D’Aosta e incentrata su antiche leggende (75/100 è il punteggio della versione PC, quella PS3 non ha voto). Il secondo gioco è invece un indie shooter ambientato nello spazio e particolarmente eccentrico: parliamo di Starwhal, dove dovremo combattere a suon di…balene! (78/100).

Anche su old gen Microsoft vince per poco, grazie a quel titolo da manuale che è Monkey Island 2 e che ha dato uno sprint decisivo alla vittoria. Per questo mese, dunque, dominio Microsoft, e quello che possiamo fare ora è darvi appuntamento al prossimo mese. Ma dirvi anche e soprattutto: buon divertimento!



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.