PLUS V GOLD: Dawn of Player [Novembre 2018]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
5 novembre 2018

Abbiamo mancato l’appuntamento con il mese di ottobre, è vero. Purtroppo i tanti impegni sovrapposti (Assassin’s Creed Odyssey, Call of Duty: Black Ops 4, la Games Week di Milano, altri eventi e così via) ci hanno impedito di completare la nostra classica rubrica PLUS V GOLD, dove analizziamo l’offerta dei vari servizi a pagamento di Sony e Microsoft in termini di giochi in regalo. Questo mese, però, torniamo più forti che mai, e siamo pronti a dirvi chi, tra i due colossi dell’intrattenimento, offre i titoli migliori ai suoi abbonati.

battlefield 1

È UNA BELLA CURRENT GEN

Abbiamo letto parecchie lamentele in giro per il web circa l’offerta di PlayStation Plus per PS4, lamentele probabilmente dettate dall’ignoranza verso i giochi offerti. Sulla sua ammiraglia, infatti, Sony questo mese regalerà Yakuza Kiwami e Bulletstorm: Full Clip Edition, che sono tutt’altro che da denigrare. Yakuza Kiwami è una sorta di remake/remastered del primo indimenticabile Yakuza su PS2, un action open world capace di scrivere un pezzo della storia ludica giapponese e di partorire una serie di successori spirituali di grande livello (come Sleeping Dogs), oltre che numerosi sequel ufficiali. Alcune meccaniche e difettucci lo costringono ad un “misero” metascore di 80/100, ma chiunque nella vita dovrebbe provare un Yakuza, prima o poi: questa potrebbe essere l’occasione giusta. Bulletstorm: Full Clip Edition è invece un solido FPS di stampo arcade particolarmente caciarone e vivace. Niente di particolarmente eclatante (75/100), ma sicuramente da provare. Non è certo da meno l’offerta di Xbox One, che rilancia con un clamoroso Battlefield 1 in regalo per i suoi abbonati. L’occasione è ghiotta per prepararsi all’arrivo di Battlefield V, e il gioco in sé è una grande prova di forza di DICE che rivisita la Prima Guerra Mondiale cambiandone i connotati e rendendola più appetibile per il pubblico di Battlefield. Operazione riuscitissima (87/100). Merita particolare attenzione anche l’ottimo indie Race the Sun, secondo gioco in regalo. In questo curioso titolo, dovremo gareggiare contro l’inevitabile tempo che scorre, corsa che potrebbe rivelarsi futile (84/100). Un titolo non per tutti, ma tra gli indie spesso possono trovarsi perle come questa. Su current gen c’è una validissima offerta per entrambi i sistemi, ma Xbox One si trova in leggero vantaggio. Un punto a Microsoft!

OLD GEN IMPORTANTE

Su old gen, invece, assistiamo ad un netto strapotere di Xbox 360, per un semplice motivo: AAA. Microsoft punta forte sulla retrocompatibilità di Xbox One, e per i suoi abbonati ha preparato due regali di alto livello. Il primo è Assassin’s Creed, il primo capitolo della celebre serie action stealth di Ubisoft ambientato ai tempi delle Crociate, dove il buon Altair si ritrova in una guerra millenaria tra Assassini e Templari per il controllo di un misterioso manufatto antico (81/100). Il secondo gioco in regalo si chiama invece Dante’s Inferno (73/100) un non riuscitissimo esempio di emulazione del ben più popolare God of War di Sony da parte di Visceral Games ma che sa il fatto suo, e che offre scenari da urlo con personaggi davvero insospettabili, presi direttamente dalla Divina Commedia. La situazione su PS3 è altrettanto interessante: The Jackbox Party Pack 2 è un buon quiz game con tanta varietà, e che potrebbe regalare serate di allegria in compagnia di amici e famigliari (Destructoid, tra le poche recensioni presenti in rete, assegnò 85/100), mentre Arkedo Series è un platform indipendente premiato da alcuni esponenti della critica ma senza lodarlo eccessivamente. Due validi titoli, a quanto sembra, ma lo strapotere di Assassin’s Creed e Dante’s Inferno è netto. Il nome fa parecchio, si sa, e Sony su PS3 sembra non voler più sprecare energie. Vi ricordiamo che da marzo del prossimo anno PS Plus si occuperà solamente di PS4, anche se l’impressione è che PS3 e Vita siano state lasciate al loro destino già da parecchi mesi.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.