PLUS V GOLD – Dawn of Player [Settembre 2017]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
4 settembre 2017

Altro che Mayweather contro McGregor: è lo scontro tra PlayStation Plus e Xbox Live Gold quello più atteso nel mondo. Il mese corrente, settembre 2017, porta con sé però qualcosa di nuovo e che riguarda interamente il servizio ad abbonamento di Sony. In primis, sono entrati in vigore i discussi nuovi prezzi che hanno aumentato di circa 10 € il costo dell’abbonamento annuale. Il PS Plus potrebbe però modificarsi, proprio a causa di questo aumento. Questo mese, ad esempio, sono ben 8 i giochi in regalo.

Ma non perdiamoci in troppe chiacchiere inutili, e vediamo insieme quali sono i vinti e i vincitori del classico confronto mensile. Un ripasso velocissimo delle regole prima di iniziare:

  • il confronto tra Plus e Gold viene effettuato sulla base dei Metascore da Metacritic per ogni gioco;
  • non vengono conteggiati i giochi per PS Vita (Microsoft non ha una console portatile per rivaleggiare).

4 CONTRO 2

Perché 4 contro 2, vi chiederete. Molto semplicemente, questo mese i giochi per PlayStation 4 sono ben quattro al posto dei classici due. Un modo per giustificare l’aumento di prezzo o un cambio di politica per Sony? Per il momento sono solo ipotesi, ma passiamo alle cose formali. I due giochi “extra” offerti su PS4 questo mese sono Dimmi Chi Sei!, ormai un abitué (è il terzo mese di fila per il party game di PlayLink) e a sorpresa RIGS: mechanized Combat League, il primo gioco esclusiva PlayStation VR ad essere incluso nel PS Plus. Una bella sorpresa, soprattutto per chi ha da poco ricevuto in regalo il visore di Sony (eccomi!), e un bel gioco, premiato con un metascore di 78/100. Tornando all’offerta classica, su PS4 troviamo anche inFamous: Second Son e Child of Light, due giochi di grande valore seppur completamente differenti. Il primo è il terzo capitolo della fortunata serie di Sucker Punch, quasi uno spin-off se consideriamo che oltre all’ambientazione e ai poteri in gioco cambiano anche il protagonista e il contesto. Delsin non ha lasciato il segno come il suo predecessore Cole (80/100), ma è protagonista di un’ottima esclusiva Sony. Child of Light è invece un RPG bidimensionale (82/100) artisticamente splendido da vedere. Del resto, il gioco, per stessa ammissione dei creatori, si è ispirato alle opere immortali dello Studio Ghibli. Se ci spostiamo su Xbox One, la situazione è molto differente per i generi messi in gioco questo mese. Microsoft offre ai suoi abbonati due buonissimi titoli: Forza Motorsport 5 GOTY, in attesa dello spettacolare settimo capitolo a ottobre, è tra i top racing game degli ultimi anni (79/100); Oxenfree è invece un action adventure indie, un thriller sovrannaturale dove una banda di amici apre per errore un portale dimensionale per fantasmi (78/100). Molto interessante, devo ammetterlo. Tuttavia, il confronto si chiude a favore di PS4, che può contare questo mese su qualità e quantità.

PS360

Se ben poco posso e voglio dire su Hydro Thunder Hurricane, gioco arcade di corse con barche e motoscafi (75/100), sono obbligato a parlare maggiormente del pezzo forte della line-up di Xbox 360 di questo mese. Battlefield 3 è infatti il secondo gioco in regalo per la console old gen di Microsoft, uno degli FPS più riusciti di DICE e della serie in generale (secondo solamente a Bad Company 2, secondo il mio modestissimo parere). Il capolavoro prodotto da EA, con il suo 84/100, farà trascorrere piacevolmente ore di intrattenimento videoludico, anche in compagnia di amici. Dei giochi per PlayStation 3, invece, posso dirvi ben poco se non qualche impressione dal web o commenti il più imparziali possibili. Truck Racer e Handball 16, i due giochi per PS3, risultano infatti privi di qualsiasi Metascore. Il primo, un gioco di corse con autocarri di Big Ben Interactive, è premiato dagli utenti di Metacritic (75/100) ma non dalle recensioni su Steam (6/10) o sul web (una media di 6/10). Handball 16 è invece un gioco sportivo dedicato, ovviamente, alla pallamano. Sport poco consciuto in Italia se non a livello scolastico (anche a voi facevano fare solo quello alle scuole medie?), e sembra che gli sviluppatori non abbiano deciso di impegnarsi più di tanto per realizzare questo gioco. Gamereactor, infatti, ha assegnato a Handall 16 un non proprio esaltante 4/10, inserendo pratiacamente qualsiasi cosa tra i punti negativi. Poco da dire: Xbox 360 schiaccia senza speranza la povera PS3, ormai da mesi priva di un giusto supporto da PS Plus.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.