PLUS V GOLD – Dawn of Player [Dicembre 2017]

plus gold
Di Andrea "Geo" Peroni
5 dicembre 2017

Ed eccoci dunque giunti all’ultimo appuntamento dell’anno con Plus V Gold, la rubrica che mensilmente mette a confronto i due abbonamenti più importanti in ambito gaming, PlayStation Plus e Xbox Live Gold, per decretarne un vincitore in termini di migliori videogiochi offerti. Sarebbe anche il caso di analizzare l’intero 2017 dei due abbonamenti, che dite? Però questa è un’altra storia e ne parleremo più avanti. Iniziamo quindi ad analizzare, sempre grazie all’imparzialissimo Metacritic, l’offerta di Plus e Gold.

RITORNO AL FUTURO

Devo dirlo, le offerte su entrambi i sistemi principali (Xbox One e PlayStation 4) non sono pessime ma neppure particoarmente ecclatanti per una serie di motivi. Microsoft punta su titoli di buona qualità per il suo pubblico: Warhammer End Times: Vermintide è uno sparatutto tattico in prima persona che è possibile giocare anche in co-op, ambientato nel celebre universo della serie Warhammer. Ben accolto dalla critica ma un po’ meno dal pubblico, il gioco si attesta ad un Metascore di 77/100. Il secondo gioco è invece Back to the Future, rimasterizzazione dell’avventura grafica di Telltale Games che originariamente uscì su Xbox 360 (più una svariata lista di altri sistemi): sicuramente non la miglior prova dei ragazzi di Telltale (la media su Metacritic è 70/100 tra le varie versioni), in un gioco che parte davvero alla grande con i primi due episodi ma che poi sembra perdersi in troppe divagazioni e paradossi improbabili anche per Doc Brow. Sony, a differenza della concorrenza, punta ad un grande gioco abbinato a un’esperienza di basso profilo. Darksiders II: Deathinitive Edition di THQ è la bomba del mese, un buon modo per approcciarsi all’universo della serie per chi non lo ha mi fatto in attesa del già annunciato terzo capitolo; purtroppo, la rimasterizzazione è stata condannata per alcuni problemi tecnici che hanno minato un giudizio migliore per il gioco (72/100). Il picchiaduro 2D Kung Fu Panda: Showdown of Legendary Legends, secondo gioco in regalo, è sicuramente il meno esaltante, qualitativamente parlando, tra i vari giochi del mese (63/100). Su PS4 segnaliamo inoltre ancora una volta Until Dawn: Rush of Blood (esclusiva PS VR) e Dimmi chi Sei, gioco della serie PlayLink. Per il mese di dicembre, comunque decretiamo un pareggio su current gen.

PS3 V XBOX 360

Le cose vanno sostanzialmente allo stesso modo anche su old gen. Su PlayStation 3 potremo giocare a Syberia Collection e Xblaze Lost: Memories. Molto apprezzato il primo, vale a dire la raccolta dei primi due capitoli della serie Syberia (voti intorno a 80/100 per entrambi i giochi della collezione) che certamente superano di gran lunga la qualità di quel Syberia 3 uscito quest’anno e che anche noi abbiamo recensito; per quanto riguarda Xblaze Lost: Memories, visual-novel dallo stile tipicamente giapponese, sarebbe meglio stendere un velo pietoso e passare sopra al titolo (63/100). Su Xbox 360 troviamo invece Marlow Briggs and the Mask of Death, action adventure che anche in questo caso lascia il tempo che trova (66/100), ma la vera chicca è rappresentata da Child of Eden. Concepito per essere fruito anche tramite Kinect (ma senza grandi successi), questo onirico sparatutto è un viaggio incredibile fatto di arte e musica, ma riconosco che si tratta di un titolo certamente non adatto a tutti. In ogni caso, il gioco raccoglie un buon 84/100. Qualità di pochissimo superiore su Xbox 360 secondo i Metascore, ma se ci aggiungiamo il fatto che i Syberia in regalo sono due ce la sentiamo di decretare il pareggio anche sui Plus e Gold di PS3 e Xbox 360.

L’anno di PLUS V GOLD si conclude dunque qui, l’appuntamento è fissato per i primi giorni di gennaio del 2018. Per il prossimo anno, come forse immaginerete, la rubrica potrebbe arricchirsi di un terzo concorrente. Anche Nintendo, infatti, avvierà il suo abbonamento mensile con tanto di giochi in regalo, e quindi molto probabilmente anche Switch entrerà nel ring di PLUS V GOLD.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.