World at War Zombies – I contenuti eliminati nel gioco

world at war
Di Sebastiano "Sebax" Lo Presti
30 aprile 2017

Cari lettori, oggi iniziamo una nuova mini-serie che ci accompagnerà nelle prossime settimana sul nostro sito, Uagna.it. Coloro che ci seguono da più tempo, e quindi anche più grandi di altri, appassionati della modalità zombie non possono dimenticare i primi capitoli dove questa modalità debuttò. Non si può non menzionare il primissimo Call of Duty che la fece esplodere: World at War. Per poi continuare con Black Ops 1, Black Ops 2 e infine l’ultimo Call of Duty: Black Ops 3.

Anche nelle cose più banali che compiamo durante la nostra vita, che sia una verifica a scuola o un lavoro da un consegnare ad un cliente, alcune volte è necessario un taglio di una parte del lavoro fatto. Infatti come avete potuto ben leggere dal titolo, in questo articolo tratteremo tutti i contenuti eliminati nei vari Call of Duty nella modalità zombie. Per questa prima parte iniziamo dalle origini: World at War Zombies.

Le armi

Iniziamo da un tema caldo che probabilmente interessa alla maggior parte dei giocatori della modalità Zombies. Le armi, durante le ore e ore di sopravvivenza, acquisiscono quel certo livello di fascino o anche di affezione che si crea tra il giocatore e l’arma stessa nell’uso durante le partite con i propri amici. Beh, dovete sapere che in World at War alcune armi sono state tagliate dal gioco finale durante la fase di sviluppo. Nel gioco sono presenti circa 20 armi. Chi può dimenticare mai la Colt M1911 o lo Springfield, per non parlare dell’ M1 Garand o dell’ MP40. Tutte armi che hanno fatto la storia dei videogiochi e sopratutto di COD in genere. Quelle tagliate dalla modalità zombies non possono essere utilizzate, ovviamente, nel gioco completo su console, ma possono essere sfruttate dagli utenti su PC attraverso gli appositi cheat e mod.

wahnsinn_custommap

Un’arma eliminata è una M1911 che spara granate da fucile. Si può molto ricollegare alle Mustung’n’Sally, la versione potenziata al Pack-up-Punch dell’M1911 di BO1 e BO2. Un’altra presente è “l’arma cervello”. Se avessimo potuto utilizzare quest’arma, avremo avuto la possibilità di “impersonare” uno zombie di sfruttare il suo potere. Non si conosce il motivo della sua sparizione, ma durante il reveal trailer di World at War si possono scorgere diversi momenti in cui viene mostrata e possiamo notare anche le perfette animazioni create. Da ciò poteva nascere anche una modalità diversa alla solita sopravvivenza, dove si poteva utilizzare uno zombie e cerca di sterminare gli esseri umani. Un altro elemento che molti desiderano da vari capitoli di Call of Duty è un’arma corpo a corpo. Molti rumor affermavano l’introduzione su BO3, ma niente da fare. Sto parlando della Katana di Takeo. Quest’arma corpo a corpo avrebbe potuto essere l’arma più bella della modalità zombies, ma niente da fare. Speriamo che verrà introdotta in qualche capitolo in futuro, e che mamma Treyarch ascolti le richieste degli utenti.

Il Pack-a-Punch

Il Pack-a-Punch, una delle tante cose essenziali per una sopravvivenza duratura ed efficiente. Con un upgrade delle armi, permette di avere  potenza di fuoco e di danno in più e quindi uccidere molti zombies facilmente. In Der Riese però alcune armi non possono godere di questo privilegio. La prima è l’Arisaka, che attraverso alcuni glicht può essere potenziata e diventa Eviscerator. Quest’arma si presenta incompleta per quanto riguarda le texture e l’unica differenza sono delle inserzioni di metallo nella parte superiore. La stessa cosa viene subita dallo Springfield che non può essere potenziato al Pack-a-Punch. Anche il fucile a pompa a due canne, la Doppietta, non può essere potenziata, ma possiamo notare una rifinitura dei dettagli della versione potenziata grazie all’utilizzo di glitch.

nazizombies

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2 3



Liceale che ama spendere il proprio tempo libero giocando ad una console. Inizio la mia “carriera” video-ludica alla tenera età di 5 anni, ricevendo per regalo la mia amatissima PlayStation 2. Crescendo mi appassiono a diverse tipologie di videogiochi: Gran Turismo, GTA, Fifa e tanti altri, fino ad arrivare a scoprire una serie di giochi con cui trascorro ancora la maggior parte del tempo: Call Of Duty. Oltre a ciò sono un appassionato di tutto il mondo della fotografia e della tecnologia, e cerco di tenermi aggiornato su tutti i nuovi prodotti in uscita, sopratutto Apple.