Si chiude il primo trimestre finanziario, Sony vende il triplo rispetto a Microsoft

Di Diego "Lanzia" Savoia
31 luglio 2014

Il 30 giugno è terminato il primo trimestre finanziario ed è ora tempo di fare dei bilanci. La nipponica Sony ha avuto un incremento del 95.7% rispetto al 2013, in gran parte merito di PlayStation 4. Tre milioni e mezzo di console vendute solo nel primo trimestre, tra PS4, PS3, PSP e PS Vita hanno reso il comparto Games And Network il più fruttifero in casa Sony. Tutto questo ha portato ottimismo e ha fatto alzare le previsioni di guadagno per questo anno fiscale: l’opposto di Nintendo, insomma, che si ritrova in negativo. Ma anche Microsoft non se la sta cavando bene, o almeno, non come la rivale giapponese. Infatti, al posto dei 3,5 milioni di console vendute, qui se ne contano “solamente” poco più di un milione. 1.1 milioni, per la precisione, e il tutto nello stesso periodo finanziario, finito il mese scorso.

Sony-ConsolesUn rapporto di oltre 3:1 tra le vendte delle due case, che vede Sony in testa già da tempo. Con il lancio di PlayStation 4 nel novembre 2013, infatti, i guadagni dell’azienda sono saliti notevolmente, trasformando la perdita di allora in un guadagno di circa 43 milioni di dollari. Senza contare le altre fonti di guadagno, comprese dispositivi portatili e software. Parlando di numeri in termini tecnici, Sony prevede un fatturato di 1240 miliardi di Yen, ottenendo così un risultato operativo di 25 miliardi entro la fine dell’anno fiscale in corso.

Oltre a tutti questi guadagni, Sony ha un’altra buona notizia: l’aziena è infatti riuscita a ridurre i costi delle varie fasi di produzione di PlayStation 4. Non è dato sapere al momento se ci sarà un taglio di prezzo anche sul costo di mercato, oppure se Sony voglia utilizzare la differenza per trarne ulteriore profitto, per migliorare le offerte e i prodotti.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.