Sleeping Dogs 2 – Un progetto ambizioso che non vedremo mai

Di Marco "Chuck" Zanolini
24 novembre 2016

Sleeping Dogs 2 era nei programmi di United Front Games fin dall’inizio, sebbene le vendite del primo capitolo non erano state molto positive. Dopo il fallimento della software house canadese, non si è potuto portare avanti questo progetto che, secondo alcuni dettagli trovati nei vari documenti, sembrava alquanto ambizioso.

Si parlava di un open-world ambientato nella nuova città cinese di Pearl River, con il grande ritorno di Wei Shen e del suo compagno corrotto Henry Fang. Il gioco prevedeva inoltre una modalità co-op online e la possibilità di richiamare elicotteri tramite un’applicazione di accompagnamento.

La caratteristica più importante riguardava invece l’esperienza di gioco che, secondo quanto riportato, avrebbe sfruttato i salvataggi dei giocatori sul cloud per variare il livello di difficoltà nei vari quartieri della città.

Insomma, i buoni propositi c’erano tutti per un progetto unico e ambizioso, peccato però che non vedrà mai la luce.

Fonte



Ha studiato Architettura e Grafica Pubblicitaria. Appassionato accanito di videogame, ma anche di arte, disegno, anime, manga, viaggio, tecnologia, fotografia, calcio, palestra e chi più ne ha più ne metta. Adora quasi tutte le tipologie di gioco ma predilige gli FPS e i giochi di guida. Non ha un titolo preferito, ma a colpirlo è stato fin da subito "Metal Gear Solid". Da lì Hideo Kojima è diventato il suo idolo.