Tattica 2 Call of the Dead

Di Andrea White Mezzelani
4 luglio 2011

A grande richiesta ecco a voi la seconda tattica UAGNA (tattica per 3-4 persone).

 

Questa strategia si basa su tre aspetti fondamentali:

  • procedere velocemente nei round alti
  • dare la possibilità ai giocatori di fare la cassa e truccare le armi in modo da poter essere offensivi contro gli zombie
  • distribuire gli zombie

La tattica infatti prevede la separazione dei personaggi: 2 (o 3) nella zona principale (main room), e gli altri nella zona sottostante al faro (dove c’è il pontile in legno che collega alla main room).

  • Round 1: uccidete gli zombie con 7 colpi agli arti inferiori o 5 colpi al corpo e coltellata per ottimizzare i punti, non aprite porte. Cercate la cassa (fascio di luce blu) potrebbe essere davanti all’ingresso principale del faro.
  • Round 2: uccidete gli zombie (2 coltellate o 6 colpi al corpo e coltellata), non aprite porte.
  • Round 3: continuate a uccidere zombie (probabilmente alla fine di questo round avrete poche munizioni di pistola, non vi preoccupate le munizioni stanno per arrivare). Ora dovete prepararvi per il 4 round, avendo poche munizioni o comunque dato che la pistola iniziale è inutile potete aprire una porta alla ricerca di armi più efficaci come mpl (subito sulla sinistra nella nave appena fatta la scalinata) oppure l’mp5 (subito sopra il tunnel nella roccia). La cosa migliore è visualizzare dov’è la cassa e aprire le porte che vi avvicinano ad essa; se la cassa  è infondo alla nave aprite la porta che vi permette di raggiungere per ora l’mpl. Se la cassa è sotto il faro, allora aprite la porta che vi permette di arrivare all’mp5. A meno che la cassa non subito sotto il faro vi consiglio di aprire la porta per arrivare alla barca  e prendere l’mpl.

  • Round 4: finite se potete prima le munizioni della pistola iniziale poi utilizzate la mitragliatrice che avete preso (mp5 o mpl). Se non vi sono arrivate nel 3, vi arriveranno le munizioni.
  • Round 5 -6: continuate a girare nella main room utilizzando l’mpl per annientare l’orda di zombie (fate più colpi alla testa possibile per aumentare il punteggio)
  • Round 6-7: ora avrete punti a sufficienza per attivare la corrente dall’interruttore posto in cima alla nave (bisogna aprire altre 2 porte). Se avete finito le munizioni ricomprate le munizioni dell’mpl o dell’mp5. Fate lo storpio (lanciando una granata ad uno zombie) per prendere la vita oppure aspettate il prossimo round.
  • Round 8-9: ora inizia ad esservi utile la bibita della vita (Jugger nog) che si trova in uno scomparto delle nave semi-allagato (bisogna aprire altre 3 porte). Uccidete tutti gli zombie.
  • Round 10-14: continuate con le armi prese dal muro, in caso che una non sia sufficiente compratene 2 (mpl e mp40, vicino alla seconda porta aperta per comprare il Jugger nog). Mirate alla testa, è incredibile quanti punti in più è possibile fare, per riuscirci facilmente posizionatevi in un punto dove l’orda di zombie arriva “in fila ordinata” (ad esempio nella main room vicino alle scale che portano alla nave). Ad ogni round fate lo storpio per prendere fiato, per cercare le munizioni o fare un giro in cassa.
  • Round 14-18: iniziano le prime difficoltà: serve un arma decente. A questo punto è molto probabile che vi sia arrivato nei round precedenti, almeno una volta, il bonus dei saldi. Il consiglio migliore è di distribuire gli zombie per fare dei giri in cassa con i saldi 2 nella main room, 2 nella cassa vicino all’interruttore (o nella cassa sotto il faro). Non andate in giro soli, morirete. Se avete punti a sufficienza truccate. Non fate troppi giri in cassa senza saldi, sprecherete tanti punti con pochi risultati. Alla fine del 16-17 round dovete fare in modo che su 4 giocatori almeno ci sia uno Sciacallo, 1 pistola Laser e il Vr11. (tutte le armi su: http://www.uagna.it/videogiochi/elenco-armi-call-of-duty-zombie-4997 ). Fate lo storpio: girate in cassa, truccate e comprate bibite utili come Stamin up e Speed Cola. Se avete la Raygun/pistola iniziale truccata/lanciamissili o armi di questo tipo comprate il PHD Flopper in modo che se vi sparate vicino avrete una resistenza maggiore.
  • Round 18-22: dovete avere truccato il Vr11 e lo Sciacallo. Il Vr11 purtroppo è alquanto inutile contro gli zombie, è invece FONDAMENTALE per togliersi di torno Romero, altrimenti salendo poi di livello risulta ingestibile (velocizza gli zombie e vi rallenta moltissimo). Avrete punti a sufficienza da sprecarli in cassa o in bibite se non lo avete già fatto, magari aprendo le porte restanti.

  • Round 22-26: A questo punto dovreste avere tutte le porte aperte tranne 2: NON VA APERTA LA PORTA INFONDO AL FARO CHE VI COLLEGA ALLA STANZA SOTTO IL FARO (mentre potete aprire l’altra porta infondo al faro che vi permette di arrivare alla Speed Cola e alla falce) e NON VA APERTA LA PORTA (la barca incastrata) CHE COLLEGA LA ZONA SOTTO IL FARO ALLA NAVE. Ricapitolando: nella zona sotto il faro dalla quale si vede la main room attraversando il pontile non ci devono essere porte aperte ad eccezione di quella che vi permette di entrare (passando prima per il pontile) nella struttura diroccata dove c’è il PHD Flopper e che vi permette di ritornare nella main room. Tutto questo per non avere gli zombie che provengono da troppe direzioni.
  • Round 26-30: stare tutti nella stessa zona è veramente difficile, iniziamo con il vero centro della seconda tattica Uagna;
    Uno di voi, quello con lo Sciacallo, si reca nella zona sotto il faro e comincia a fare un 8 passando radente alle pareti e ai muri, facendo attenzione a non incastrarsi. Mentre il giocatore con lo sciacallo (che giocherà solo in questi round) esegue l’8 gli altri giocatori fanno un giro in senso antiorario nella main room. E’ molto importante fare un giro coordinato, perché girando in 3 tutti i giocatori devono andare alla stessa velocità, passare negli stessi punti. Mentre si gira uccidete gli zombie: quello che sta in testa al giro nella main room deve avere la laser o la pistola iniziale truccata o il lanciamissili truccato in modo da poter fare largo agli zombie che vi vengono in fronte (non saranno molti se ne uccidete un po per volta). Quello dietro può non avere la laser, basta una mitragliatrice per sfoltire e fare punti, come quello al centro (ovviamente meglio se ha la laser). Tra quelli che girano nella main almeno uno deve avere il Vr11 per mandare via Romero che torna più o meno ogni round. Il bello di questa tattica è che se uno o 2 giocatori ha finito le armi può andare in cassa e truccare: gli altri giocatori nel frattempo eseguiranno il giro senza uccidere zombie. Infatti se aspettate che nascano tutti e li fate girare, i due giocatori che devono truccare, prendere bibite etc possono “fuggire dal giro” (facendo in modo di allontanarsi dall’orda correndo veloce) e “andare tranquillamente per la mappa indisturbati”.
  • Round 31-35: continuate con la tattica, se avete finito le munizioni di un arma cambiatela, anche se è la Raygun. Non va cambiato per nessun motivo invece, anche se senza colpi,  né il Vr11 né lo Sciacallo. L’importante è che il giocatore che gioca solo non faccia “stupidaggini” è lui la chiave del gioco, perché con lo sciacallo può essere d’appoggio ai giocatori che giocano nella main che sono costretti a girare in 3: cosa molto più difficile da fare, perché necessita di un’ottima organizzazione. Se un giocatore cade a terra, il giocatore con lo Sciacallo può coprire mentre uno degli altri giocatori (tassativamente con il Quick Revival).
    Video con la tattica:

Questa strategia vi permette di giocare con tranquillità senza rischi. E’ essenziale fare veloci per truccare, perché questi round possono durare un’infinità se non si uccidono velocemente gli zombie.

  • Round 35-40: Arrivati al round 35 fate una pausa, a turni guardate lo storpio e restate con l’auricolare in modo che se dovesse morire potete ritornare a giocare rapidamente, ma staccate gli occhi rilassatevi un attimo perché state giocando da almeno 3 ore e mezzo. A questo punto continuate con la tattica fino a che potete, arriverà un momento in cui la situazione non sarà più gestibile (round 37) a questo punto si inizia a girare tutti e 4 in senso antiorario nella main room. Sparate dietro di voi, finirete le munizioni abbastanza velocemente facendo poche uccisioni (a meno che non abbiate la laser), a questo punto andate in cassa (facendo lo storpio o mentre altri giocatori eseguono il giro senza uccidere zombie) e cercate armi come China Lake, Lanciamissili, Balestra (oppure anche la pistola iniziale), tutte rigorosamente truccate. Con queste almi sarete offensivi; uccidete gli zombie, aspettate la loro rinascita nell’isoletta dell’ Quick Revival, fate il giro accumulandoli poi usate lo Sciacallo.
  • Round 40 in poi: questa mappa risulta davvero difficile dal 40 round in poi per via delle bufere di neve. Operate allo stesso modo dei round 35-40

Noi non abbiamo avuto il tempo materiale di giocare questi round perché richiedono un’infinità di tempo, se volete arrivare a round elevati vi conviene giocare in 2, massimo 3 giocatori. Questa tattica riesce anche in 2 giocatori quello che gira nella main deve avere Laser e un altra arma come la pistola iniziale truccata, il giocatore che esegue l’8 sotto il faro deve avere lo Sciacallo e il Vr11 (l’unica differenza è che in 2 giocatori il Vr11 è meglio se viene utilizzato dallo stesso giocatore che ha lo Sciacallo). Cercate di uccidere gli zombie velocemente, perché dal 35 round in poi potreste giocare ore e ore per pochi round.
Vi ricordiamo che il Pack a Punch dipende dalla rotazione della luce sul faro. Finché la luce gira non è possibile truccare, poi inizia ad andare a scatti e infine si ferma indicando dove è possibile truccare le armi. Il Pack a Punch gira in 3 zone: main room, dietro al faro (prima dello scivolo che vi porta alla Speed Cola) e nello scompartimento allagato della nave vicino al Jugger Nog. La cassa delle armi potete trovarla seguendo il fascio di luce blu.

Vai all’indice dei contenuti per Call of the Dead.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.