10 videogiochi da giocare ad Halloween

Di Luca "Beard" Porro
31 ottobre 2016

Questa sera, come ogni anno, si festeggia Halloween e per l’occasione Uagna ha deciso di portarvi una lista dei 10 videogiochi che per atmosfera e sensazioni sono ottimi per un 31 ottobre all’insegna della paura.

Si sottolinea come in questo articolo non troverete una classifica di questi titoli, ma una personale lista in ordine casuale; non perdiamo tempo e vediamo subito i 10 videogiochi da giocare ad Halloween!

GONE HOME

Il gioco, sviluppato da Fullbright Company e disponibile per PC, PS4 e Xbox One, racconta la storia di Kaitilin Greenbriar che al suo rientro nella sua magione a Portland nel 1995, dovrà investigare sulla misteriosa scomparsa della famiglia. Gone Home è un gioco interattivo in prima persona in cui il giocatore dovrà guidare Kaitlin nella lugubre casa alla ricerca di risposte; l’ambientazione, punto centrale nel gioco, avvolge l’utente immergendolo in una storia che nasconde qualcosa di più profondo di una semplice scomparsa.

UNTIL DAWN

Until Dawn è un survival horror in cui le scelte dell’utente si ripercuotono sulla storia, è stato sviluppato da Supermassive Games in esclusiva per PS4. Il gioco racconta la storia di 10 ragazzi e dei misteri dello chalet di Blackwood Pines, teatro di misteriosi delitti e antiche leggende dei nativi americani. Il giocatore controllerà i protagonisti in terza persona, saranno presenti dei Quick Time Events ed i collezionabili sparsi nel gioco avranno un ruolo fondamentale nella comprensione della trama. Il gioco è fortemente influenzato dalla cultura horror cinematografica, prendendo spunto soprattutto dalla filmografia americana degli anni ’60 in cui il ci si spostava verso un horror psicologico abbandonando le ambientazioni gotiche di capolavori come Dracula.

until-dawn-copertina

AMONG THE SLEEP

Il videogioco sviluppato dalla Krillbite Studio, è un gioco d’esplorazione in prima persona disponibile per PC, PS4 e Xbox One. Il giocatore vivrà l’avventura dal punto di vista di un bambino, accompagnato da un orsetto giocattolo senziente, alla ricerca della mamma. Quella che può sembrare una storiella da raccontare ai bambini si rivelerà un horror sofisticato che trae spunto dall’immaginario infantile, trasportando su schermo le possibili paure di un infante accumulatesi nei primi anni di vita. Non è sicuramente un’avventura ricca di ostacoli sebbene il level design sia ben strutturato, ma tra un jump scare e l’altro permette al giocatore anche di riflettere.

THE VANISHING OF ETHAN CARTER

Il gioco creato dai ragazzi di The Astronauts, disponibile per PC e PS4, è un gioco horror in prima persona con componenti esplorativi. Il protagonista del gioco è Paul Prospero, investigatore paranormale contattato da un bambino di 16 anni di nome Ethan Carter per risolvere il mistero che avvolge la sua famiglia. La componente open world attenua la tensione perenne delle fasi più movimentate, la trama scorre veloce senza mai appesantire il giocatore tenendolo spesso col fiato sospeso; componenti queste che hanno permesso al gioco di essere premiato ai British Academy Games Awards (BAFTA).

DON’T STARVE

Don’t Starve è un Survival Horror con visuale isometrica e componenti open world, disponibile per PC, PS4, PS3 e PS Vita. Il gioco, sviluppato da Klei Entertainment, è caratterizzato da uno stile grafico molto vicino alle opere di Tim Burton rendendolo quindi meritevole di un posto in questa lista. Il giocatore vestirà i panni di Wilson, un giovane scienziato affamato di conoscenza, che a causa di un patto con un Demone si troverà catapultato in un mondo irto di pericoli. L’obbiettivo del gioco è accumulare più risorse possibili e lottare per la sopravvivenza; l’avventura è caratterizzata da un ciclo giorno-notte ed un cilco di stagioni che cambiano il gameplay influenzando i nemici e le risorse disponibili.

dontstarvecopertina

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Sono un neolaureato in scienze politiche e delle relazioni internazionali con la passione per i videogiochi fin da piccolo. Ho sempre cercato di coltivare la mia passione cercando di rendere gli altri partecipi delle sensazioni che provavo. Ogni piattaforma su cui ho giocato dal 1998 ad oggi ha contribuito alla mia formazione, e ha lasciato nella mia mente ricordi di emozioni donati da capolavori come Monkey island, Legacy of Kain, Suikoden 2 e Final Fantasy IX.