TOP e FLOP Videogiochi Luglio 2016

top flop videogiochi
Di Marco "Bounty" Di Prospero
31 luglio 2016

Siamo alla fine del mese di luglio e, come accade alla fine di ogni mese, eccoci qui con la nostra rubrica dedicata ai TOP e FLOP Videogiochi del mese. Vi ricordiamo che in questa rubrica vi parleremo dei punti di forza e di debolezza di ogni titolo, remastered o componente aggiuntivo decretando se questi appartengano alla categoria dei TOP o a quella dei FLOP.

Detto questo possiamo cominciare con i TOP e i FLOP di Luglio 2016.

FLOP

3 – JoJo’s Bizarre Adventures: Eyes of Heaven

Apriamo la classifica dedicata ai FLOP Games con JoJo’s Bizarre Adventures: Eyes of Heaven, titolo sviluppato da CyberConnect2. In particolare, questo secondo secondo capitolo dedicato alla serie ha subito una rivoluzione rispetto al titolo iniziale che però, non ha avuto gli effetti sperati. Il gameplay del gioco è infatti strutturato come un brawler arena 2vs2 che ricorda molto da vicino quello di J-Stars Victory Vs. Scendendo ancor più nei dettagli, uno dei personaggi della nostra squadra sarà interpretato da noi stessi mentre l’altro dalla CPU. Tuttavia, durante i combattimenti si evidenzia una telecamera non sempre stabile che porta notevoli problemi durante i combattimenti. Come se non bastasse inoltre, la grafica del gioco su PS4 non è delle migliori, dato che il titolo è arrivato anche su PS3, costringendo gli sviluppatori a fare delle restrizioni. Inoltre bisogna segnalare anche la mancanza di un multiplyaer in locale che non permette a due amici di giocare insieme su una stessa console, cosa abbastanza grave per un titolo picchiaduro. JoJo’s Bizarre Adventures: Eyes of Heaven è comunque un gioco che diverte e che sicuramente i fan della serie apprezzeranno ma, a nostro avviso, vi sono ancora degli aspetti da migliorare e, per questo motivo, abbiamo deciso di inserirlo nel terzo posto dei FLOP Games.

jojoeoh_foto1

2 – Ghostbusters

Al secondo posto troviamo il gioco dei GhostBusters, rilasciato in occasione dell’arrivo dell’omonimo film. Il titolo in questione è un action-adventure con visuale dall’alto, con uno stile di gioco che ricorda molto da vicino quello di Dead Nation. Nonostante una grafica ispirata, il titolo in questione presenta diversi problemi che ci hanno convinto ad inserirlo tra i FLOP Games. Primo su tutti il gameplay, che risulta essere ripetitivo e legnoso. Ci ritroveremo infatti a muoverci per le varie zone (spesso molto simili tra loro) e a sparare contro fantasmi dall’inizio alla fine del gioco, senza la possibilità di poter fare altro. Certo, i fantasmi avranno pattern d’attacco diversi ma, una volta imparati, saranno facilmente schivabili. Inoltre, anche i quattro acchiappafantasmi risulteranno essere abbastanza anonimi e poco carismatici. Avremo la possibilità di scegliere quale personaggio utilizzare all’inizio di ogni missione e i restanti tre saranno guidati di volta in volta, dall’intelligenza artificiale che purtroppo non si rivela essere ben studiata.

Ghostbusters sembra essere un gioco rilasciato solo ed esclusivamente per una questione di marketing in vista dell’uscita del film e che non riesce in alcun modo a raggiungere la sufficienza. Un vero dispiacere che costa al titolo il secondo posto in questa categoria.

immagine gioco ghostbusters

1 – 7 Ways to Die

Il primo posto dei FLOP Games va a 7 Ways to Die, titolo rilasciato inizialmente su PC e poi arrivato anche su PS4 nel mese di luglio. Il gioco è un survival horror in cui dovremo cercare di sopravvivere in un mondo invaso dagli zombie. Per fare ciò, dovremo raccogliere materiali vari per poi costruire diversi oggetti, grazie ad un sistema di crafting molto profondo, simile a quello presente in Mincecraft. Tuttavia, il crafting è l’unica cosa che si salva in questo gioco. Il Combat System è infatti uno dei peggiori mai visti, così come le animazioni, che risultano essere legnose e poco realistiche. Inoltre, nel corso dell’avventura, vi ritroverete spesso a fare i conti con bug e glitch vari che rovineranno la vostra esperienza di gioco, dandovi un senso di frustrazione.

Il gioco era infatti in early access su PC ed aveva già evidenti problemi ma gli sviluppatori hanno comunque deciso di portare il gioco anche su PS4, nonostante fosse ancora incompleto. Insomma un gioco che probabilmente sarebbe dovuto arrivare sulla console di casa Sony solo dopo essere stato ottimizzato a sufficienza.

7 ways to die top flop

I TOP a seguire nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.