Until Dawn – Anteprima

Di Diego "Lanzia" Savoia
28 luglio 2015

Until Dawn è il survival horror in terza persona di Supermassive Games in uscita il 26 Agosto 2015 in esclusiva su PlayStation 4. Lo sviluppo del titolo è stato molto dibattuto e problematico, per giungere poi all’annuncio definitivo nel 2014. Ma andiamo con ordine.

UNO SVILUPPO TRAVAGLIATO

Per capire quando e come nasce il progetto Until Dawn dobbiamo risalire al maggio 2012, quando Sony ne registra il marchio. In realtà, però, alcune voci relative ad un “horror per PlayStation Move” giravano già da tempo, per poi sparire in via definitiva. Bisognerà attendere la conferenza della casa nipponica al Gamescom di quell’anno per un annuncio ufficiale: il titolo arriverà su PS3 nel 2013. Trascorsi alcuni mesi di completo silenzio da parte degli sviluppatori, si ritornò a parlare di Until Dawn: è la stessa Supermassive Games che comunica che il titolo è ancora in lavorazione, e non è stato affatto dimenticato, come si sosteneva in rete (alcune indiscrezioni supportavano l’idea che il gioco fosse in sviluppo per Project Morpheus, notizia poi smentita dagli sviluppatori, anche se vista come un’ottima opportunità per un titolo del genere horror). Si arrivò così al 2014, quando Sony registrò nuovamente il marchio e rilasciò alcuni brevi teaser in vista della fiera di Colonia. L’annuncio durante la conferenza svelò i primi dettagli e presentò l’esclusività su PlayStation 4, senza però annunciare una data di uscita, che verrà resa nota solo nel maggio 2015.

AMBIENTAZIONE E TRAMA

Fondamentale per un horror è il comparto scenografico, che contribuisce in gran parte a trasmettere il terrore nel giocatore. In Until Dawn verrà narrata la storia di 8 amici che, in un rifugio di montagna, si ritrovano prigionieri di un serial killer. La protagonista, interpretata dall’attrice Hayden Panettiere, si dovrà muovere con cautela e intelligenza in questa baita dell’orrore, studiata nei minimi dettagli grazie a sceneggiatori come Larry Fassenden e Graham Reznick, che hanno lavorato su film di successo.

Until Dawn

LE SCELTE

La particolarità di Until Dawn risiede nel gran numero di scelte che il giocatore può fare. In ogni momento è possibile scegliere la via da intraprendere, che modificherà completamente il gameplay. Infatti, ogni azione che effettueremo potrà andare a vantaggio o a discapito non solo di noi stessi, ma anche dei nostri 7 amici presenti nel rifugio. Sono quindi centinaia le possibili combinazioni e, di conseguenza, le possibili vicende che possono accadere durante la campagna, la cui durata è stimata intorno alle 9 ore. Come sottolineano gli sviluppatori, però, non esiste alcuna scelta errata: per un momento ci può sembrare che la nostra azione abbia portato qualche svantaggio, ma può capitare che in un momento successivo, proprio grazie a quell’azione, avremo dei vantaggi, utili a scoprire il finale, che, indipendentemente dalle scelte, sarà raggiungibile da chiunque.

CONTROLLER E MULTIPLAYER

Until Dawn, sviluppato tramite una versione evoluta del motore di Killzone: Shadow Fall, sfrutterà in modo particolare il controller e la PlayStation Camera. In un gameplay rilasciato nell’agosto 2014, possiamo notare come l’utilizzo dei tasti sia molto limitato, con uno schema comandi che presenta le funzioni di soli 2 tasti, oltre ai pad, ovviamente; il sensore del Dualshock 4 servirà invece per nascondersi dal killer che ci perseguita. Inoltre, è stato dichiarato che PlayStation Camera sarà compatibile con il titolo, e sarà utile a filmare le reazioni dei giocatori durante la campagna. Campagna che non sarà affiancata da una modalità multigiocatore, al contrario di quanto venne annunciato per errore da PlayStation Asia, e subito smentito da Sony.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.