We have a DrE3am – Ubisoft all’E3 2018

conferenza ubisoft e3 2018
Di Marco "Bounty" Di Prospero
22 maggio 2018

Giugno è il mese che solitamente segna l’arrivo dell’estate, la fine della scuola, le ferie, i mondiali di calcio (sigh!). Se siete dei videogiocatori però, giugno è anche il mese in cui si svolge l’E3 di Los Angeles, uno degli eventi videoludici più importanti a livello internazionale. Come da tradizione, ad accompagnare Sony, Microsoft e Nintendo, troveremo anche diverse software house, tra cui la francese Ubisoft, la cui conferenza si svolgerà lunedì 11 giugno alle ore 22:00 (ora italiana).

Ubisoft ci ha sempre abituati ad annunci sorprendenti e inaspettati. Questo perché probabilmente l’azienda francese è una delle software house più innovatrici, sviluppando titoli “sperimentali” che, in molti casi, si rivelano decisamente vincenti. Proprio per questo motivo, dopo le anteprime dedicate alle conferenze EA, Microsoft e Bethesda, vi presentiamo la probabile line-up di Ubisoft all’E3 2018.

LE CERTEZZE

Uno dei titoli che sarà sicuramente presente alla conferenza dell’E3 sarà The Division 2, secondo titolo dedicato alla serie survival-rpg annunciato lo scorso marzo 2018. Proprio per questo motivo ci aspettiamo un video gameplay o, per lo meno, un trailer che mostri parte della storyline (ci troveremo ancora a New York?) o delle nuove modalità inserite rispetto a quanto visto nel primo capitolo. La cosa certa è che questa volta Ubisoft non può permettersi lo stesso errore fatto con The Division, palesemente carente di contenuti, almeno fino a quando l’azienda francese non ha posto rimedio con dei corposi DLC.

the division lotta per la vita

Altro cavallo da battaglia alla conferenza sarà Beyond  Good & Evil 2, gioco action-adventure annunciato durante lo scorso E3 2017 nonché prequel del primo Beyond Good & Evil 2. Ovviamente, anche in questo caso ci aspettiamo di vedere qualcosa di più sulla trama e sul gameplay, soprattutto per quanto riguarda la profondità del comporto gdr, su cui il gioco dovrebbe puntare molto.

A far compagnia ai due giochi appena descritti, troveremo anche The Crew 2, titolo multiplayer di guida, annunciato già in occasione dell’E3 2017. Considerando che l’uscita del titolo è fissata per il 29 giugno, Ubisoft mostrerà probabilmente quella che sarà la versione pressoché definitiva del gioco. A tal riguardo, sarà molto interessante capire come sono stati implementati aerei, navi e moto all’interno del mondo di gioco, soprattutto per quanto riguarda il loro stile di guida.

Non dimentichiamoci inoltre di Skull and Bones, nuovo titolo multiplayer annunciato anch’esso nella conferenza 2017 che baserà il proprio gameplay su battaglie navali e che sarà ambientato all’epoca dei pirati. In questo caso ci aspettiamo una corposa presentazione, soprattutto per quanto riguarda le modalità e la quantità dei contenuti. Al momento Skull e Bones rappresenta il gioco con meno aspettative in quanto, da quello che abbiamo visto, sembra semplicemente aver preso le battaglie navale di Assassin’s Creed costruendo intorno una nuova storia. E’ bene ricordare inoltre che, proprio qualche giorno fa, il gioco è stato rinviato al 2019.

Oltre a quanto scritto, non potranno certamente mancare aggiornamenti o annunci sui titoli di punta di Ubisoft che, come ci ha abituati, è solita supportare a lungo. Rainbow Six Siege sarà sicuramente uno di loro e, secondo noi, l’E3 2018 potrebbe essere una buona occasione per annunciare qualche nuova modalità secondaria, come è successo in passato con Outbreak. A tal riguardo, non dimentichiamoci inoltre che è da poco disponibile l’operazione Para Bellum, la quale ha inserito due nuovi operatori italiani ed una nuova mappa.

Inseriamo tra le certezze anche annunci su DLC per giochi come For Honor, Ghost Recon: Wildlands e Far Cry 5.

Se la conferenza Ubisoft sembra corposa già da ora, lo diventa ancora di più inserendo le possibili sorprese, che vi presenteremo più dettagliatamente nel prossimo paragrafo.

LE POSSIBILI SORPRESE

Uno dei ritorni più plausibili e di cui si sta discutendo negli ultimi giorni sarebbe quello di Sam Fisher in un nuovo Splinter Cell. Dopo essere apparso in una delle missioni di Ghost Recon:Wildlands infatti, il gioco sarebbe stato annunciato per errore da Walmart Canada, stessa fonte che aveva previsto l’arrivo di Rage 2, annunciato da Bethesda proprio pochi giorni fa. Se la notizia fosse confermata, potremmo aspettarci un reboot della serie, così da poter dare nuova linfa vitale al soldato Fisher.

Il ritorno di Watch Dogs 3 potrebbe essere un’altra delle possibili sorprese presenti alla conferenza Ubisoft se consideriamo che il capitolo dedicato a Marcus è arrivato a fine 2016. Potrebbe quindi essere plausibile vedere un nuovo Watch Dogs. Se così fosse, ci aspettiamo una rivoluzione della serie che, fino ad ora, non è riuscita a prevalere sul mercato videoludico, soprattutto per alcuni problemi legati alla trama (soprattutto del secondo) e ai diversi glitch bug che si sono presentati in entrambi i capitoli.

E’ invece molto improbabile l’arrivo di un nuovo Assassin’s Creed, almeno per quanto riguarda la serie principale. Il successo di Assassin’s Creed: Origins deve infatti aver insegnato ad Ubisoft che un’uscita annuale del titolo non è una strategia vincente. E’ anche vero che Ubisoft non può perdere occasione di parlare di una delle sue serie più celebri. E’ per questo motivo che potremmo aspettarci uno spin-off della serie in stile Chronicles, così da soddisfare, in qualche modo, i fan più incalliti. Altra alternativa plausibile è quella di dare fiato ad Assassin’s Creed per annunciare il reboot di Prince of Persia, altra serie che ha sancito il successo di Ubisoft durante l’epoca PS2 e che è scomparsa dai radar da diversi anni. In questo caso, si tratterebbe comunque di un azzardo, considerando la troppa somiglianza con Assassin’s Creed, almeno per quanto riguarda il gameplay. Improbabile, ma comunque possibile, l’annuncio di un nuovo titolo dedicato a Rayman o di un remake in alta definizione dei titoli più datati.

Insieme a reboot e capitoli di serie già conosciuto è plausibile aspettarsi anche nuove IP, considerando quante ne sono state sfornate negli ultimi anni dall’azienda francese. Tra queste potrebbero trovarsi anche titoli indie (ci basti ricordare Child of Light o Valiant Hearts).

Queste dunque le nostre previsioni su quella che sarà la conferenza Ubisoft al prossimo E3 2018 che, vi ricordiamo, si svolgerà il prossimo 11 giugno alle ore 22:00 (ora italiana). Continuate a leggere informazioni e notizie su Uagna per ricevere tutti gli aggiornamenti sul prossimo E3.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.