Cambia il sistema dei commenti su YouTube

Di Salvo
25 settembre 2013

A partire dalla sua fondazione nel 2005, l’ormai famoso YouTube, si è evoluto molto nel tempo, fino a raggiungere un elevato grado di perfezione. Una delle pecche che affliggono questo servizio sono i commenti poiché, troppo spesso, risultano sessisti, razzisti, discriminatori o denigratori.

Per risolvere questo problema, almeno in parte, molti proprietari di canali YouTube hanno più volte chiamato in causa Google, YouTubeproprietario del servizio dal 2006. La risposta di Big G è stata lenta ma potrebbe rivelarsi efficace. Da un lato, i proprietari dei canali, avranno a disposizione un’intera gamma di nuovi strumenti per una moderazione più efficace dei commenti ai propri video, dall’altra Google si impegnerà affinché vengano resi invisibili, o quasi, i commenti inutili ed elevati quelli inerenti la materia trattata.

Il piano progettato è quello di associare e sincronizzare al 100% gli account di Goolge+ con quelli di YouTube, tanto che diventerà obbligatorio avere un account Google+ associato per poter commentare sotto un video, sarà comunque possibile mantenere una distinzione tra i nick per entrambi i social network.

Le modifiche principali saranno:

  • I commenti delle persone della propria cerchia Google+ o pertinenti maggiormente saranno resi maggiormente visibili;
  • I commenti inutili o evitabili verranno oscurati completamente, o quasi;
  • Verrà aggiunta, sotto il video, la pagina Google+ ufficiale del creatore del video/caricatore del video;
  • Saranno portate in alto le discussioni di maggior qualità, quindi i commenti più votati, e i commenti di personaggi di una certa rilevanza;
  • Il sistema di scelta dei “Video suggeriti” sarà migliore in quanto sfrutterà i dati raccolti riguardo i vostri gusti su Google+;
  • Resterà quasi del tutto invariato l’anonimato, grazie alla possibilità di tenere distinti i nick di G+ e YouTube. Sarà tuttavia possibile, grazie alla sincronizzazione obbligatoria dei due account, bannare o rintracciare con più facilità coloro che creano disordini o diffamano ingiustamente;
  • Sarà possibile inserire hashtagcitazionilink come già disponibile su altri social network.

Il motivo per cui i responsabili di YouTube, in collaborazione con Google, sono arrivati a questa soluzione è il fatto che se quei commenti fossero stati graffiti sui muri, o manifesti affissi per le strade, le autorità avrebbero perseguito gli autori, quindi è ingiusto che sul web non accada lo stesso visto che il potere e il pubblico di tali commenti è anche maggiore. L’altra motivazione è che vogliono rendere le conversazioni sul web, ormai quasi al pari di quelle reali, più interessanti e civili, oscurando l’evitabile e l’inutile.

Il processo di conversione è già iniziato, verrà ultimato nei prossimi mesi. Non ci resta che attendere per poter giudicare il risultato, nel frattempo per ulteriori informazioni continuate a seguirci su Uagna.it.



Studente di Medicina al terzo anno. Dedico parte del mio tempo libero al cinema, di cui sono un assiduo frequentatore, alla musica, alla tecnologia e al vasto mondo videoludico. Ritengo che nella vita sia fondamentale conoscere una grande varietà di persone e stare a contatto con la società che ci circonda. La mia citazione preferita: "Se la nostra patria è un paese tale per cui vale la pena morire in tempi di guerra, allora facciamo sì che valga anche la pena viverci in tempo di pace" -H. Fish. Motto: "Nella tua professione, come nella tua vita, ricorda: non troppa Bio, non troppo Dio, non troppo Io".