Cause legali in vista per chi pubblica testi canzoni online

Di Federico "Blue" Marchetti
30 gennaio 2011

L’industria musicale mondiale, dopo anni di battaglie online contro il download gratuito di file mp3, non si ferma ed ha deciso di intraprendere una nuova guerra legale contro i siti internet che ripubbblicano integralmente e/o parzialmente i testi delle canzoni senza averne licenza.

I primi siti web a farne le spese sono Americani e si tratta di LiveUniverse e LyricWiki che sono stati citati in giudizio per violazione delle norme sul diritto d’autore. Le cause sono state depositate presso la Corte Federale del Distretto Centrale della California e presso il Distretto Ovest della Pennsylvania.

La pubblicazione online a scopo di lucro di un qualsiasi testo di una canzone è equiparato alla violazione dei diritti d’autore. Riprodutte senza permesso testi musicali e spartiti è la stessa cosa di riprodurre un libro, il che equivale a violare il copyright.

Per ora le major musicali hanno colpito i big del settore online solo negli stati uniti, ma potrebbero colpire qualsiasi sito in qualsiasi momento, anche in italia. I possessori di blog e siti web sono stati avvisati.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".