Facebook fa chiarezza, il bottone si chiamerà “mi dispiace”, no dislike

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
17 settembre 2015

Giusto qualche ora fa, vi avevamo parlato della dichiarazione del CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, sullo sviluppo di un nuovo tasto interattivo per il noto social network.

Durante il “Q&A with Mark“, a Menlo Park, sede di Facebook, un utente ha chiesto a Zuckerberg se Facebook stesse sviluppando un tasto alternativo al “like”, quindi ovviamente il suo esatto contrario, il “dislike”. E’ bastato nominare questa parola, che sono balzate in ogni angolo di internet (noi compresi) una miriade di news, che confermavano lo sviluppo del tasto “non mi piace” sul social più usato al mondo.

C’è stata quindi, una sorta di misunderstandig generale, poichè Facebook è al lavoro su un bottone chiamato “mi dispiace”, anche se non è stato propriamente svelato il suo nome ufficiale, ma sappiamo solo che si baserà sull’empatia.

Una soluzione che offre agli utenti la possibilità di interagire in modi diversi con un contenuto condiviso da un amico, come ad esempio una tragedia personale o un avvenimento triste. Questo darà modo di esprimere solidarietà e supporto morale, non più solo a parole attraverso un commento, ma anche con l’uso di un tasto apposito.

Cosa pensate di questa nuova idea di interazione cyber-sociale?



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.