Facebook e Fake News: il potere passa agli utenti

Facebook
Di Diego "Lanzia" Savoia
22 gennaio 2018

In questi giorni Mark Zuckerberg ha fatto sapere che sta per essere lanciato il nuovo sistema di controllo delle cosiddette Fake News su Facebook. Se un anno fa, nel bel mezzo del polverone alzatosi nel clima elettorale statunitense, la società aveva già effettivamente sperimentato un sistema simile, ora questo sta per cambiare. Il potere di stabilire se una notizia è affidabile o meno passerà infatti agli utenti stessi del social network.

A partire dalla prossima settimana ci potremmo trovare di fronte ad alcune domande poste proprio da Facebook. Queste ci mostreranno una lista di alcune Pagine che diffondono notizie, chiedendoci se le abbiamo mai sentite o se le frequentiamo. A quel punto, la decisione finale: toccherà a noi stabilire quali tra quelle Pagine siano fonte di news veritiere oppure no.

Un potere davvero importante, insomma, ma che non spaventa particolarmente Facebook. Dopo la volontà di mostrare più post di Pagine di interesse comune con i nostri amici, ora ci si potrebbe aspettare un’ulteriore diminuzione dei post delle Pagine nel nostro feed. In realtà, spiega Zuckerberg, solo la prima introduzione avrà l’effetto di ridurre del 20% i post delle Pagine nel feed, mentre la novità di cui vi abbiamo parlato impatterà solamente la qualità dei contenuti. Per ora, comunque, la società stima che i post delle Pagine rappresentino soltanto il 5% dei contenuti del feed.

Alcuni giornalisti statunitensi hanno fin da subito criticato questo nuovo sistema di controllo delle Fake News. In particolar modo, si richiede una presenza umana dietro ad un mero algoritmo che, secondo alcuni, non farà altro che danni, specialmente nel primo periodo. In ogni modo, Facebook ha fatto sapere che l’algoritmo è equilibrato, e l’effetto provocato sarà direttamente proporzionale alla grandezza delle Pagine.

Voi cosa ne pensate? Assisteremo ad una penalizzazione di determinate Pagine oppure l’idea di Zuckerberg avrà successo?

Fonte



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.