Google aggiorna l’algoritmo, crollano alcuni colossi del web

Di Federico "Blue" Marchetti
28 febbraio 2011

L’aggiornamento dell’algoritmo del motore di ricerca piu’ famoso al mondo era nell’aria da qualche tempo e finalmente è diventato operativo. Le nuove forumle matematiche adottate da Google andranno a migliorare la qualità dei risultati di ricerca, penalizzando invece quelle piattaforme web che forniscono contenuti “riciclati” da altre fonti in quantità industriale, le cosiddette “Content Farm”.

Questo aggiornamento è momentaneamente operativo solo negli Stati Uniti ma a breve sarà esteso a tutto il mondo. La società d’analisi Sistrix ha elaborato a tempo di record i risultati di questo cambiamento, dimostrando che per alcuni portali sono stati devastanti.

Vediamo insieme qualche dato partendo da qualche sito abbastanza popolare in italia. Perdono tantissimo terreno Wikio (-94%) Technorati (-89%) e Slideshare (-56%). Colpo durissimo per Yahoo che con il suo Associated Content perde il 97%. Colpi durissimi anche per 43things.com (-88%) ed Examiner.com. Penalizzati anche alcuni portali di acquisti online come Kaboodle, Shopping.com e ShopWiki. Dove alcuni perdono, gli altri guadagnano. Bilanci positivi per Wikipedia ed Amazon.

Secondo gli esperti del settore, questo aggiornamento riguarderà il 12% delle ricerche totali e sarà molto importante perchè si baserà finalmente sulla qualità del sito e non solo sulla popolarità e la quantità. Sarà finalmente la fine dei siti web “copia e incolla”, aggregatori senza scrupoli e pagine in overdose di pubblicità?



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".