Tornano gli stati su Whatsapp

Whatsapp
Di Diego "Lanzia" Savoia
15 marzo 2017

L’introduzione delle Storie su Whatsapp è stato un passo falso da parte di Facebook, società che ha acquisito l’app di messaggistica nel 2014 ed ha introdotto la nuova funzione anche nel social network più famoso al mondo. Già da qualche giorno, però, le versioni beta di Whatsapp per Android presentano di nuovo il caro e vecchio stato testuale. La società ha infatti oggi comunicato a TechCrunch che l’amato stato sta per tornare nell’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata a livello globale.

Lo stato testuale farà il suo ritorno nella sezione “About” (la traduzione italiana non è ancora stata precisata, ma potrebbe non essere il classico “Stato”) e sarà ripristinato sui dispositivi Android nel corso della prossima settimana. Gli utenti iPhone dovranno invece aspettare un po’ di più, dato che riceveranno l’aggiornamento più avanti nel tempo. Da quel momento in poi, tutti potranno impostare uno stato testuale, che sia una parola, una frase o una semplice sequenza di emoji.

Spariranno dunque le foto visibili per 24 ore? Assolutamente no, dato che Whatsapp ha voluto fare un passo indietro solamente in parte. La società continuerà infatti a lavorare sulle Storie, migliorandole e permettendo agli utenti di condividere foto, brevi video e GIF durante il giorno. Una funzione, questa, che non è affatto piaciuta al pubblico: c’è però da sottolineare come le lamentele siano state legate maggiormente alla scomparsa del “vecchio” stato testuale piuttosto che alla nuova introduzione. Lo staff di Whatsapp ha ascoltato le critiche ed è pronto a portare avanti in contemporanea le Storie e il classico stato.

In conclusione, sembra che la società di Mark Zuckerberg non voglia scontentare nessuno, garantendo la convivenza delle due funzioni in Whatsapp. Siete d’accordo con questa scelta?



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.