Whatsapp gratis, niente più abbonamenti annuali

Whatsapp
Di Diego "Lanzia" Savoia
18 gennaio 2016

Whatsapp è il servizio di messaggistica istantanea online più utilizzato al mondo. Dopo l’acquisto da parte di Facebook e la grande espansione di avversari quali Telegram, arriva oggi la reazione ufficiale del servizio, che abolisce gli abbonamenti annuali, diventando così gratuito.

Al lancio di Whatsapp nel 2009, gli utenti dovevano pagare l’applicazione sullo store del proprio telefono e potevano poi utilizzarla gratis a vita. Successivamente, l’app è stata pubblicata gratuitamente, ma per poterla utilizzare era necessario il pagamento annuale (o biennale o, ancora, triennale) dopo il primo anno gratuito.

Ora, invece, visto il poco successo della messaggistica a pagamento, e dello sviluppo di avversari gratuiti, Whatsapp diventa completamente gratis: non dovremo sborsare un centesimo per scaricare l’app e nemmeno per utilizzarla. Questa scelta deriva anche dal fatto che molti utenti non possiedono carte di debito o credito e preferivano non utilizzare il servizio per non perdere la possibilità di messaggiare gratuitamente anche dopo il primo anno.

Chi ha già pagato l’abbonamento e ce l’ha attivo attualmente non riceverà alcun rimborso, ma non verranno accettati nuovi pagamenti, e l’applicazione resterà gratuita e senza pubblicità per sempre, in linea con i propositi iniziali.

Fonte



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.