Le migliori Fatalities di Mortal Kombat

fatalities mortal kombat
Di Marco "Bounty" Di Prospero
11 Aprile 2019

6 – JAX – MORTAL KOMBAT 2

Che abbia le braccia d’acciaio o no, Jax rimane un temibile guerriero. Del resto ce ne eravamo già accorti in Mortal Kombat 2 quando la sua fatality principale lo vedeva strappare, senza troppo sforzo, le braccia del guerriero avversario. Una fatality che, a livello di cruenza non è al top ma che, allo stesso tempo, mostra tutta la forza di Jax.

7 – NOOB – MORTAL KOMBAT 9

Lo sappiamo tutti; le attività compiute in compagnia sono più soddisfacenti. Deve essere questo il motivo che ha spinto Noob ad evocare un’altra copia di sé per aiutarlo a sventrare il nemico con la fatality “Make a Wish“. Noob e la copia afferrano il malcapitato e lo dividono a metà. Nel 1995 anche la pubblicità del Maxbibon lo diceva: “Two is megl’ che one”.

8 – CYRAX – ULTIMATE MORTAL KOMBAT 3

Uno dei possibili futuri che ci aspetta è quello secondo cui le macchine prenderanno il sopravvento, uccidendo ed estirpando la razza umana. Se il futuro vedrà cyborg come Cyrax, Smoke o Sektor è probabile che sia così. In Mortal Kombat 3, ad esempio, il buon Cyrax si trasforma in un elicottero per poi tagliuzzare in mille pezzi il corpo del nemico con l’elica.

9 – REPTILE – MORTAL KOMBAT 4

Vi avevamo anticipato il ritorno di Reptile al punto 3. Il ninja verde torna con “Acid Shower” letteralmente tradotto in italiano come “Doccia Acida”. Traduzione perfetta se consideriamo che in Mortal Kombat 4 Reptile salta sulla povera vittima spruzzando acido dalla bocca e corrodendo pelle e ossa del soggetto. In realtà la fatality è stata riproposta anche in altri capitoli della serie ma, a nostro avviso, quella in MK4 è una delle più cruente.

10 – KABAL – ULTIMATE MORTAL KOMBAT 3

Abbiamo superato la metà di questa classifica. A questo punto penserete di averne lette e viste di tutti i colori. E se vi dicessimo che la fatality di Kabal in UMK3 riesce a far fuggire anche l’anima del nemico? Chi conosce il mondo di Mortal Kombat sa che la faccia di Kabal è menomata (un po’ come quella di Deadpool) e che non è proprio il massimo della bellezza. Bene, in “Face Scare” Kabal si toglie la maschera ed impaurisce l’avversario, la cui anima scapperà a gambe levate (letteralmente).

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2 3



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.