Farpoint – Provato

farpoint vr
Di Andrea "Geo" Peroni
16 ottobre 2016

Fresco di messa in vendita, alla Games Week di Milano non poteva mancare il PlayStation VR, il visore di realtà virtuale di Sony che proietta la console giapponese in quella che da molti è definita come la tecnologia del gaming del futuro. Tra i vari titoli in prova, siamo riusciti a mettere le mani su uno di essi, Farpoint, sviluppato da SIEA e Impulse Gear, FPS che vi immergerà in un’esperienza davvero coinvolgente.

Ci troviamo in un non precisato futuro, sulla superficie di un non precisato pianeta. La demo di Farpoint inizia senza troppe spiegazioni o divagazioni, e ci pone sin da subito come chiaro obiettivo quello di esplorare il pianeta alla ricerca di forme di vita. Inutile dire che queste forme di vita saranno ostili, e che toccherà a noi, provvisti di un PS VR e di armi a tutto spiano, farci strada per scoprire cosa è accaduto alla nostra squadra, della quale vediamo alcuni ricordi in alcuni frammenti di simulazione della demo. Iniziamo dunque la nostra breve avventura, con comandi molto semplici: la visuale sarà fornita dal PS VR e il movimento dall’accessorio del fucile che avremo in mano, dotato di una levetta analogica.

farpoint-vr-ps-screen1

Seppur si tratti di una tecnologia ancora obiettivamente acerba, la sensazione di immersività che un semplicissimo FPS come Farpoint riesce a trasmettere è veramente esaltante. Se siete appassionati di sparatutto in prima persona, vi ritroverete anche quasi inconsciamente a posizionare il vostro fucile (un accessorio nel quale viene inserito uno dei controller di PlayStation Move) adeso al vostro corpo in fase di esplorazione e in puntamento vicino al viso in fase di attacco. Ancor con più semplicità, sarete quasi costretti dalla vostra curiosità a girare il capo e a scorgere il paesaggio in cerca di dettagli, o a dare un’occhiata al corpo del vostro personaggio che sarà vestito con una tuta da astronauta.

I mostri incontrati nel corso della breve demo sono stati tre (una razza di piccole dimensioni, una di medie dimensioni e capace di attacchi dalla distanza, e infine un essere gigantesco contro il quale putroppo non si poteva combattere in quanto si trattava della conclusione della demo), e abbiamo potuto provare anche diversi tipi di armi. Il fucile d’assalto, arma in dotazione al vostro personaggio, al quale si aggiungerà in seguito un fucile a pompa e anche alcuni razzi esplosivi speciali che potrete raccogliere interagendo fisicamente con l’accessorio Move che utilizzerete. Un feeling pressocché ottimo, ma d’altronde parliamo di strumentazioni che devono seguire alla perfezione il movimento del corpo umano, cosa che facevano egregiamente. Non neghiamo, in effetti, di esserci sentiti al 100% all’interno di questo fantascientifico mondo, come se non stessimo giocando realmente.

farpoint vr

Tecnicamente, davvero poco si può dire di questo Farpoint. Le texture non sono sicuramente paragonabili aquelle che troviamo in giochi come Horizon: Zero Dawn o Uncharted 4, per restare in tema Sony, ma qui stiamo parlando di una tecnologia completamente differente e ancora in formazione, la Realtà Virtuale, e Farpoint pur non stupendo graficamente non ha difetti. L’intenzione, con la VR, è quella di immergere all’ennesima potenza il giocatore all’interno di un gioco, e un FPS come quello sviluppato da Impulse Gear è un inizio perfetto per questa tecnologia. Non vediamo l’ora, in effetti, di mettere le mani sul titolo completo.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.