Clamoroso: EA chiude Visceral Games e il suo Star Wars

star wars
Di Andrea "Geo" Peroni
18 ottobre 2017

Un fulmine a ciel sereno ha colpito il mondo dei videogiochi, e che fulmine. Nella serata di ieri, Electronic Arts ha infatti annunciato di aver chiuso definitivamente lo studio di sviluppo Visceral Games, e che il videogioco single player di Star Wars in lavorazione presso la software house è stato rinviato e modificato.

Visceral Games è nota per aver sviluppato la trilogia di Dead Space e Dante’s Inferno, oltre alla realizzazione dello spin-off Battlefield: Hardline in collaborazione proprio con EA. Come annunciato ormai molti mesi fa, Visceral era al lavoro su un nuovo videogioco ispirato a Star Wars ma completamente differente dalla serie Battlefront. Il gioco sarebbe stato infatti, con buona probabilità, un RPG action in single player, ispirandosi forse a quello Star Wars: 1313 cancellato nel momento in cui la Disney acquisì Lucasfilm e Lucasarts.

Ora il futuro di questo gioco, che nei piani di EA sarebbe dovuto uscire a 2019 inoltrato, è davvero indecifrabile. Sul blog ufficiale di Electronic Arts è infatti apparso un post di Patrick Söderlund, che annuncia lo spostamento di molti ormai ex-dipendenti di Visceral a EA Vancouver, dove verrà probabilmente discusso del nuovo titolo di Star Wars. Questo, nella sua concezione attuale, era un single player d’avventura basato sulla storia, ma è probabile che il colosso americano, in seguito ad una riorganizzazione del progetto e ai feedback ricevuti in fase di sviluppo, decida di stravolgere il tutto.

Anche Amy Hennings, ex di Naughty Dog e collaboratrice di Visceral, si è ritrovata spiazzata, con EA che ha dichiarato di aver già nei programmi di discutere con lei del suo futuro.

Vi ricordiamo che attualmente anche Respawn Entertainment, software house di Titanfall, è al lavoro su un nuovo Star Wars, del quale però non conosciamo ancora molti dettagli.

Una software house storica ci saluta probabilmente per sempre, così come il gioco che ci era stato propinato dalle dichiarazioni degli ultimi due anni circa. Cosa ne pensate di questa faccenda?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.