Recensione Titanfall 2 – L’unione fa la forza

titanfall 2 pilota titan
Di Marco "Bounty" Di Prospero
2 novembre 2016

Nel 2011 Respawn Entertainment rilasciò Titanfall, FPS in esclusiva Xbox One che possedeva solamente la componente multiplayer. Il gioco seppe stupire la critica per via di un gameplay innovativo ma, nonostante questo, si faceva sentire la mancanza di contenuti e di supporto al titolo dopo il suo rilascio. L’azienda statunitense ha quindi deciso di procedere con lo sviluppo di Titanfall 2, migliorando tutto ciò che era stato trascurato nel primo capitolo della serie, prima su tutte la campagna single-player. Questa dunque la recensione di Titanfall 2; vi auguriamo una buona lettura.

Nota: La versione provata è quella PS4

IL TITAN E’ IL MIGLIOR AMICO DELL’UOMO

Come detto poco sopra, il primo titolo della serie non aveva una campagna single-player e ciò aveva fatto storcere il naso a molte persone. Respawn Entertainment ha quindi deciso di inserirne una in Titanfall 2 e, a dirla tutta, pensavamo che ci saremmo trovati davanti ad una campagna messa tanto per accontentare i giocatori. Dopo aver preso il pad in mano ci siamo però dovuti ricredere. La campagna di Titanfall 2 ci ha fatto divertire e tenuti incollati allo schermo per diverse ore, senza farci mai annoiare.

Protagonista della trama è Jack Cooper, soldato della Milizia che sta per diventare un pilota. Durante un addestramento, l’astronave su cui viaggia viene colpita dalle forze dell’IMC, facendo precepitare tutto l’equipaggio in un pianeta abitato da strane creature. Qui una serie di eventi porteranno il nostro Cooper a diventare un pilota e a “conoscere” il Titan BT-7274. L’intera avventura si baserà infatti sul rapporto tra questi due personaggi, che con il passare del tempo, diventeranno veri e propri amici, cercando di pararsi le spalle a vicenda. E’ vero, la trama in sè non è nulla di eccezionale ma, nonostante questo, la campagna vi saprà divertire, grazie ad un gameplay solido e variegato. Le missioni infatti saranno strutturate su mappe molto ampie, che vi permetteranno di scegliere quale strada prendere per raggiungere il punto prestabilito. Come se non bastasse inoltre, durante la campagna non vi ritroverete solo a sparare ma saranno presenti anche delle fasi platform che abbiamo gradito molto.

recensione titanfall 2

Questo è stato reso possibile grazie al gameplay stesso: come nel primo capitolo infatti, i piloti possono correre sui muri e saltare e ciò ha permesso ai ragazzi di Respawn Entertainment di creare mappe che si sviluppano sia in orizzontale che in verticale. Ma non finisce qui; la campagna è resa ancora più variegata in quanto durante la vostra avventura dovrete utilizzare sia il pilota che il Titan, il quale potrà godere di diversi potenziamenti che si sbloccheranno man man che avanzerete con la trama. Presenti inoltre anche delle fasi stealth che vi permetteranno di prendere il nemico alla sprovvista ed evitare sparatorie inutili, grazie anche all’abilità di occultamento. Durante le fasi di gioco inoltre ci saranno anche dei dialoghi tra Cooper e BT-7274 e starà a noi decidere quale risposta dare. In realtà questa meccanica si è rivelata piuttosto inutile dato che non influenza affatto il proseguo della storia. Purtroppo la campagna non è molto longeva ma, nonostante questo, siamo rimasti soddisfatti di quanto fatto dalla software house americana.

LA GUERRA NON CAMBIA MAI…O FORSE SI?

Oltre all’inserimento di una campagna single-player, gli sviluppatori hanno migliorato sensibilmente anche il multiplayer, aumentando ad esempio la personalizzazione di piloti e Titan. Partendo da questi ultimi infatti, potremo trovare ben sei tipi di Titan: Scorch, Ronin, Legion, Ion, Tone e Northstar. Ognuno di essi si differenzierà dall’altro per difesa, attacco e velocità ma anche per difficoltà di utilizzo e per abilità disponibili. Alcuni Titan saranno quindi più portati all’attacco, altri alla difesa, e altri al corpo a corpo; insomma ogni videogiocatore troverà sicuramente il Titan adatto al suo stile di gioco. Inoltre ogni Titan avrà la propria mossa speciale che si caricherà tramite una barra e che vi consentirà di fare molti danni al nemico. Anche la personalizzazione del pilota è stata rivista rispetto al primo capitolo. La costruzione della classe ci permetterà di scegliere un’arma primaria, una secondaria (anti-titan) e un determinato equipaggiamento (granate ad esempio). In particolare, le armi si sbloccheranno man mano che aumenterete l’esperienza del vostro pilota ma, per sbloccare gli accessori relativi ad ognuna di esse, dovrete invece aumentare il livello di quella determinata arma, semplicemente utilizzandola e uccidendo nemici.

titan nemico titanfall 2

Oltre a ciò i piloti potranno contare su 3 diversi Kit (o perk che dir si voglia) e su 2 abilità speciali chiamate “tattiche” che vi permetteranno, ad esempio, di utilizzare un rampino per arrampicarvi o un sonar per avvistare i nemici. Considerando la quantità di armi, accessori e abilità a vostra disposizione, potrete creare tantissime classi diverse. Bisogna sottolineare però che alcune classi risulteranno essere avvantaggiate sulle altre; abbiamo infatti notato che il multiplayer al momento non è molto bilanciato. Alcune armi risultano fin troppo potenti e rovinano in parte l’esperienza di gioco anche se basterà una patch per sistemare il tutto. Oltre a ciò, in Titanfall 2 sono anche scomparse le burn-cards, che permettevano di utilizzare delle abilità speciali per una sola partita.

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.