I numeri parlano chiaro: anche senza single player Black Ops 4 è un successo

Di Andrea "Geo" Peroni
23 Novembre 2018

Ricorderete sicuramente il reveal di Call of Duty: Black Ops 4, nuovo capitolo della serie FPS di Activision presentato da Treyarch lo scorso aprile. Dopo i numerosi rumor che serpeggiavano in rete, David Vonderhaar, boss della compagnia, rivelò che il gioco sarebbe stato privo di una tradizionale campagna single player, per concentrarsi invece sui corposi contenuti multiplayer.

Una scelta che scatenò numerosi commenti negativi in rete, anche sotto ai nostri post sui social e nei commenti dei nostri video. Fummo noi stessi di Uagna.it, però, a giudicare la questione sotto un altro punto di vista, diverso da quello di molti commenti: quello dei numeri relativi alla campagna single player. Una modalità che impiegava preziose risorse e molto tempo nello sviluppo, ma che non aveva, da anni, mai i frutti sperati. Ve ne abbiamo parlato in questo speciale a suo tempo, snocciolando alcune interessanti statistiche che davano sostanzialmente ragione alla scelta di Treyarch (con buona pace degli estimatori della campagna, tra cui chi scrive questo articolo).

Ebbene, nonostante i presunti boicottaggi e le lamentele, sembra proprio che Black Ops 4 sia andato molto bene. Il gruppo NPD, che si occupa di analizzare i dati di vendita dei videogiochi dal lontano 1995, ha evidenziato oggi nel suo report che Call of Duty: Black Ops 4 è risultato essere, per il mese di ottobre, l’8° videogioco più venduto di sempre. Inoltre, in questo momento, Black Ops 4 è divenuto il secondo gioco più venduto del 2018, dietro solo al predecessore Call of Duty: WWII uscito nel novembre 2017. I dati, però, non fanno per ora riferimento all’ingresso sul mercato di Red Dead Redemption 2, avvenuto solamente alla fine di ottobre e che sicuramente ha fatto registrare numeri record.

I numeri, insomma, parlano chiaro: nonostante l’assenza della campagna single player, Treyarch ha fatto la scelta giusta e ha centrato il bersaglio, forse perdendo una piccola fetta del suo affezionato pubblico ma guadagnando nuovi fan grazie soprattutto alla modalità battle royale Blackout. In futuro, comunque, non è escluso che il single player faccia ritorno sugli FPS targati Treyarch, come il senior manager Yale Miller ha confidato alcune settimane fa.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.