#YouTubeIsOver diventa virale, Youtube sta censurando i creator?

Di Markconnor
13 Dicembre 2019

La piattaforma di streaming video, YouTube, ha annunciato nuove regole volte a proteggere gli utenti dai cyberbulli.
Le nuove norme proibiranno non solo le minacce esplicite come già avviene, ma anche quelle velate o implicite, compresi i “contenuti che simulano la violenza ai danni di un individuo oppure un linguaggio che insinui che una violenza fisica potrebbe avvenire”, si legge in un post della società.

Continuano così: “Gli atteggiamenti molesti danneggiano la nostra community, rendendo le persone meno inclini a condividere le proprie opinioni e a relazionarsi tra loro”, scrive nel post il vicepresidente Matt Halprin, a capo del Trust & Safety. “Ci siamo impegnati per rivedere sistematicamente tutte le nostre norme per assicurarci che il confine tra ciò che è permesso e ciò che invece rimuoviamo sia nel posto giusto”.

Purtroppo non tutti i creatori di contenuti appoggiano questa decisione del colosso, tanto che lo stesso youtuber Pewdiepie ha affermato di essere completamente in disaccordo con le nuove regole imposte dall’alto; molti difatti affermano che la piattaforma possa addirittura attuare una forma di censura di massa, togliendo creatività e possibili video ritenuti dagli utenti “accettabili”, è così nato l’hashtag popolare #YouTubeIsOver in forma di protesta verso la tanto amata, fino ad ora, piattaforma.

Che YouTube fosse in declino per spettatori e creatori di contenuti si sapeva da mesi, ma a questo punto la situazione non fa che peggiorare.

Potrebbe essere un segno della fine della piattaforma rossa? E nel caso, quale alternativa vedreste ad essa?

 

Fonte



Videogiocatore dall'infanzia, dalla fine degli anni '90, fino ad arrivare ai titoli più recenti. Dal PC alla console, una vita basata su questo mondo, appassionato di trame fitte e giochi in team.