[Recensione] Ace Combat 7: Skies Unknown – Cieli in guerra

recensione ace combat 7
Di Marco "Bounty" Di Prospero
20 Gennaio 2019

TEMPO VARIABILE CON PROBABILI SCHIARITE

Il gameplay fino a qui descritto, penserete, non ha un gran che da aggiungere rispetto a quanto visto nei vecchi capitoli. Funzionale certo, ma nulla di così nuovo da far gridare al miracolo. Bè, le cose non stanno propriamente così. Con Ace Combat 7: Skies Unknown, Project Aces ha inserito una nuova meccanica di cui, sinceramente, si sentiva il bisogno. Stiamo parlando della tecnologia TrueSky che introduce il meteo dinamico e che condiziona il gameplay in tempo reale. Attraversare le nuvole potrebbe causare il congelamento del velivolo oltre ad innescare turbolenze e limitare la visibilità. La poca visibilità causerà la perdita dei punti di riferimento, costringendoci ad affidarci alla strumentazione di controllo e al radar. La limitata visibilità potrebbe rivelarsi un punto a nostro favore per compiere azioni “stealth”, abbattendo gli aerei nemici prima che possano reagire. In caso di pioggia un fulmine potrebbe colpire l’aereo, mandando in tilt i comandi per un breve periodo di tempo. Presenti anche le correnti aeree che potrebbero incidere sulla stabilità del velivolo. Ad esempio, una corrente proveniente da sinistra vi costringerà a fare resistenza verso la stessa direzione per mantenere la traiettoria voluta. In ogni caso, la tecnologia TrueSky mantiene il giusto mix simul-arcade, e non ha intenzione alcuna di raggiungere il realismo estremo. Scelta che apprezziamo e che permette di non trasmettere quel senso di frustrazione tanto odiato dai videogiocatori.

recensione ace combat 7

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2 3 4 5 6



Durante il giorno dipendente presso una società finanziaria. La sera nerd e videogiocatore. Per me l'intrattenimento videoludico è una forma d'arte grazie alla quale poter fantasticare e staccare la spina dallo stress giornaliero. Cresciuto a suon di Mortal Kombat, Metal Gear Solid e Resident Evil.