[MGW 2016] Spazio Indie – Asgard Rift: Battle Arena

asgard rift battle arena logo
Di Andrea "Geo" Peroni
17 ottobre 2016

Continua il nostro viaggio all’interno dell’offerta indie made in Italy che ha visto una grandissima partecipazione alla Milan Games Week conclusasi ieri. Dopo avervi parlato di Daymare 1998 e di Dry Drowning, oggi ci spostiamo su Mangatar, produttrice e publisher di titoli indipendenti e impegnata su importanti realtà del panorama italiano. Il primo è appunto Asgard Rift: Battle Arena, card game strategico mobile del quale parleremo oggi e che è già disponibile su iOS e Android (su quest’ultimo in versione beta). Il secondo è invece Little Briar Rose, avventura grafica ispirata alla storia de La bella addormentata nel bosco e realizzata sulle orme di produzioni ben più blasonate come la serie The Walking Dead di Telltale Games, che ci ha però catturato sin da subito per un accattivante stile grafico. Quest’ultimo sarà lanciato nel corso dei prossimi mesi, anche su Steam, e lo seguiremo molto da vicino.

Presentando diverse analogie con Clash Royale ma mantenendo un’identità ben precisa, Asgard Rift: Battle Arena si concentrerà principalmente sulle sfide multigiocatore contro altri utenti in tutto il mondo. L’obiettivo è quello di portarvi a costruire un deck di carte, in vostra dotazione, per fronteggiare avversari in un card game tattico a turni nel quale la strategia la farà da padrone. Su un campo rettangolare, si sfideranno infatti i due giocatori, dotati di tutto punto di carte e campioni da schierare. Questi campioni potranno essere scovati all’interno di scrigni ottenuti come premio per le vittorie e il proseguimento delle missioni, e naturalmente toccherà a voi scegliere la squadra che più si adatta alle vostre tecniche: ci sono ad esempio campioni che saranno più portati per il corpo a corpo ravvicinato, mentre altri prediligeranno gli attacchi da lontano.

asgard-rift-4

Sebbene le partite siano sembrate, dopo alcune ore di gioco, in certi casi troppo lunghe e stancanti, cosa che non dovrebbe accadere con un prodotto mobile, Asgard Rift è un prodotto molto interessante e profondo. Come detto, alcune caratteristiche possono essere accomunate al più celebre Clash Royale di Supercell (bauli da aprire, potenziamento dei campioni e delle carte), ma in sostanza il gioco non si ricondurrà ad un semplice schierare in campo le truppe sperando che possano raggiungere il nemico e annientarlo. Dovrete conoscere a fondo il vostro deck, pianificare il mana da utilizzare ad ogni vostro turno (che si ricaricherà ogni volta), e sfruttare le mosse precedenti dell’avversario per prevederne la strategia e cercare di anticiparlo. Per questo saranno fondamentali, oltre alle normali carte dei campioni, le carte magia, che vi forniranno notevoli vantaggi e incantesimi da poter sfruttare.

Molto interessante anche la possibilità di aggiungere amici alla vostra cerchia e di poterli sfidare semplicemente invitandoli in partita, in modo da esercitarvi per il futuro e per prepararvi a battaglie ben più impegnative contro giocatori di rango più elevato. A tal proposito, sembra proprio che il livello di esperienza non conti più di tanto nell’economia del gioco, cosa che comunque è da approfondire maggiormente. Durante la nostra prova alla Milan Games Week, infatti, nonostante l’avversario fosse inferiore a noi di 2 livelli, siamo stati sonoramente battuti grazie ad una ottima strategia dell’altro giocatore.

asgard rift

Non mancano le microtransazioni, come sempre in giochi di questo tipo, ma Mangatar ha dichiarato che queste microtransazioni non forniranno benefici ai giocatori che spenderanno soldi rispetto a quelli che invece non ne spenderanno. Per il momento dunque vi diciamo che Asgard Rift è sicuramente un prodotto molto interessante: un buon concept, strategico e tattico al punto giusto, con partite che forse durano troppo per un gioco mobile come questo, e vengono segnalati anche molti bug al momento. I margini di miglioramento ci sono però tutti, come conferma il fatto che arriveranno le sfide settimanali ad aumentare il coinvolgimento sul titolo, d’altronde parliamo di un titolo ancora in fase Beta su Android. Qui sotto troverete i link diretti per il download, se il gioco vi ha intrigato non dovrete fare altro che scaricarlo e provarlo.

Link per Play Store: https://play.google.com/store/apps/details?id=net.mangatar.asgardrift&hl=it

Link per App Store



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.