Uncharted: L’eredità perduta – Anteprima

Uncharted 4 L'Eredità Perduta The Lost Legacy
Di Andrea "Geo" Peroni
8 agosto 2017

Le riprese del film di Uncharted con Tom Holland risultano ancora senza una precisa data di inizio. L’attore è attualmente impegnato sul set di Avengers 4, e subito dopo prenderà parte al sequel di Spider-Man: Homecoming, quindi l’agenda è ricca di impegni per l’astro nascente di Hollywood. Naughty Dog ci tiene però a ricordarci, in queste calde settimane di agosto, che Uncharted non è solo il film di cui si parla sempre di più. Che Uncharted non è solo la serie campione di incassi e di critica dell’ultimo decennio. Che Uncharted non è solo Nathan Drake.

DONNE AL POTERE

Mancano infatti sempre meno giorni al lancio di Uncharted: The Lost Legacy, o L’eredità perduta come è stato rinominato in italiano, il primo spin-off della pluripremiata serie dei cagnacci di Sony. Partorito inizialmente come lo story DLC di Uncharted 4 (doveva infatti avere come protagonisti Sam Drake e Sully), il progetto, per confessione stessa degli sviluppatori, si è presto tramutato in qualcosa di più grosso a seguito delle considerazioni effettuate e del volere di Naughty Dog di sperimentare qualcosa di alternativo pur rimanendo saldi all’universo delle avventure di Drake. Per il grande esploratore, però, è giunto il momento della meritata pensione (chi ha terminato il quarto capitolo sa a cosa ci riferiamo), e dunque ecco che scendono in campo due nuove vecchie “eroine”: Chloe Frazer e Nadine Ross.

ECCO UN LUNGO GAMEPLAY DA PLAYSTATION HK

Stavolta le due improbabili colleghe di avventura devono mettere insieme le proprie forze per recuperare la Zanna di Ganesha, un’antichissima reliquia perduta che si trova da qualche parte in India. Proprio il subcontinente sarà il luogo dove si svolgerà l’intera (?) trama de L’eredità perduta, gioco che promette grandi cose visto il team dietro alla sua creazione e il livello qualitativo al quale Naughty Dog ci ha sempre abituato. La scelta di spostare l’attenzione su due personaggi secondari, Chloe e Nadine, si rivelerà giusta? Il pubblico avrebbe sicuramente apprezzato maggiormente qualcosa su Sally, o anche sul fratellastro di Nathan, Sam, ma Shaun Escayg e i suoi ragazzi hanno puntato fortemente sul duo femminile per l’interessante profilo fin poco sviluppato che esse possiedono. Poca presenza per Chloe in Uncharted 2, ancora meno per Nadine la mercenaria nel quarto capitolo, e dunque ecco che The Lost Legacy potrebbe essere l’occasione giusta per sapere di più sui due personaggi.

CAGNACCI VERSO IL MONDO APERTO…

Con un comparto tecnico che ha ben poco da dimostrare visti i precedenti, Uncharted: L’eredità perduta riporterà in scena alcune delle nuove caratteristiche introdotte in Fine di un ladro, come il rampino e le sezioni open world. Vaste lande da esplorare a bordo del proprio mezzo, rendendo la storia certamente meno lineare del previsto e con più cose da fare e da vedere, anche se naturalmente resta salda la componente di storia guidata che deve procedere attraverso una e una sola direzione: la ricerca di indizi per celare i misteri di un’antica leggenda. Ormai un format consolidato e che ha offerto le grandi emozioni di questa serie (El Dorado, Shambhala, ecc ecc), e che sarebbe stato inutile rivoluzionare per un progetto che vuole riuscire a carpire i sentimenti dei giocatori di fronte ad un’avventura similare ma che presenta protagonisti e situazioni differenti.

La bella Chloe riuscirà a sostituire Nathan Drake con un’avventura all’altezza del nome Uncharted?

Nonostante si tratti di uno spin-off, il progetto è davvero ambizioso. Come sempre, i Naughty Dog cercano di offrire qualcosa in più al giocatore ad ogni iterazione del brand, e anche L’eredità perduta non sembra essere da meno. Più libertà nelle mani di Chloe (l’unico personaggio utilizzabile, sfortunatamente), ancora più di quella che in Uncharted 4, in sezioni come il Madagascar, il gioco ci offriva. Naughty Dog si sta evidentemente spostando su lidi più grandi e ambiziosi, e il suo nuovo titolo potrebbe essere un’altra prova per pensare in grande e puntare, forse, al grande passo: un open world. Difficile, soprattutto se pensiamo che i cagnacci di Sony hanno realizzato tutto questo grazie ad una rara maestria nel raccontare cinematograficamente una storia, concetto che non si applica altrettanto bene in un open world. Ma chissà, potrebbero sorprenderci. La speranza, in ogni modo, è che The Lost Legacy faccia possibilmente un passo indietro sotto un aspetto, e cioè quello dell’azione. Per carità, straordinarie e imponenti le fasi action di Uncharted 4, ma forse troppo presenti, così come quelle platform. Un giusto compromesso? Semplice: puzzle, molto poco presenti nell’ultimo capolavoro firmato ND. D’altro canto, l’avventuriero più famoso di PlayStation trovò la Città d’Oro a suon di enigmi…

PRENOTA QUI UNCHARTED: L’EREDITÀ PERDUTA!

Dal 23 agosto, Uncharted: L’eredità perduta è pronto a infuocare le vostre PlayStation 4, in un’estate che ha visto pochi precedenti a livello di qualità e quantità tali nella storia videoludica. Chloe e Nadine sono pronte a raccogliere lo scettro di Crash Bandicoot, e ad essere incoronate regine.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato “videogioco” alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.