[E3 2016] In FIFA 17 ci saranno allenatori reali

Di Marco "Bounty" Di Prospero
12 giugno 2016

Electronic Arts ha appena annunciato durante la sua conferenza che in FIFA 17 ci saranno allenatori reali. In particolare, al momento sono stati annunciati Guardiola, Wenger, Klopp e Mourinho allenatori rispettivamente di Manchester City, Arsenal, Liverpool e Manchester United. Purtroppo, questi sono stati i soli allenatori annunciati, e non sappiamo ancora se ne verranno mostrati altri o se, al contrario, dovremo accontentarci dei quattro sopra citati.

Come se non bastasse inoltre, FIFA 17 vedrà anche il miglioramento del controllo palla, degli scontri fisici, dell’intelligenza artificiale e inserirà nuove tecniche di dribbling e gestione della palla:

  1. Nuove soluzioni per le fasi statiche – Nuovi falli, punizioni, calci d’angolo e rimesse che aggiungono creatività e varietà in ogni situazione di palla ferma.
  2. Aggiornamento del gioco fisico – La tecnologia Pushback statunitense in attesa di brevetto cambia il modo in cui i giocatori interagiscono fisicamente in ogni situazione e introduce un nuovo sistema di shielding che concede ai giocatori maggiore controllo quando sono in possesso della palla o cercano di conquistarla.
  3. Sistema di intelligenza attiva – Un nuovissimo sistema di intelligenza dà ai giocatori la possibilità di definire e classificare meglio lo spazio per prendere decisioni di gioco più ragionate. I giocatori useranno inoltre diversi Nuovi tipi di corsa come la finta, la corsa diretta e stentata per essere ancora più attivi sulla palla.
  4. Nuove tecniche di attacco – Nuove opzioni in attacco offrono ancora più modi per creare possibilità di gioco e finire di fronte alla porta.  Fate avanzare i compagni di squadra con un Threaded Through Pass e segnate goal entusiasmanti con un Driven Finish o un Downward Header.

 

Prima di concludere vi ricordiamo inoltre che in FIFA 17 vedremo anche una modalità storia, chiamata The Journey. Restate su Uagna per ricevere tutti gli aggiornamenti relative all’E3 2016.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.