Games Week 2013 – Provato l’Oculus Rift

oculus rift pareri uagna
Di Matteo "Red" Rossi
27 ottobre 2013

Come ogni anno il Games Week propone intrattenimento, divertimento e tanti tanti videogiochi in anteprima. Quest’anno però c’è qualcosa che lo distingue dalle altre edizioni: l’Oculus Rift!!

Per chi non lo conoscesse ancora, l’Oculus Rift è un rivoluzionario Headset indossabile, di fatto un visore ottico in grado di catapultarvi direttamente all’interno di un videogioco. Abbiamo avuto l’occasione di provarlo per pochi minuti allo stand di IGN e vogliamo riportarvi alcuni impressioni a caldo.

oculus rift pareri uagna

Sicuramente un prodotto innovativo, personalmente mai provata un’esperienza del genere. Nei primi secondi ci si trova un po’ disorientati, sensazione molto simile a quella che si prova indossando degli occhiali 3D al cinema. Dopo poco però ci si abitua e si ha subito la curiosità di guardarsi attorno per vedere fino a dove si spinge l’inquadratura. Muovendo la testa, anche notevolmente, lo spostamento dell’inquadratura è in realtà abbastanza limitato, cosa probabilmente voluta anche per evitare cambi di inquadratura repentini che potrebbero infastidire i giocatori. Il campo visivo è decisamente ampio e si avvicina molto a quello reale; insomma ci si sente interamente dentro il gioco.

Il “gioco” su cui l’ho provato era una demo messa lì al solo scopo dimostrativo, quindi non voglio esporci sulla qualità video, anche se effettivamente un po’ scarsina.  L’unica cosa che mi ha lasciato perplesso è stata una strana sensazione di offuscamento, simile ad una leggera nebbia ma probabilmente dovuta alla demo e non all’Oculus Rift.

In definitiva un prodotto sicuramente unico e dalle molte aspettative, ma è ancora presto per sbilanciarci. Starà agli sviluppatori sfruttare correttamente il suo gran potenziale. Staremo a vedere.



Laureato in Ingegneria Informatica. Sono appassionato di informatica, tecnologia e inevitabilmente videogiochi ma la mia fame di conoscenza mi porta a studiare sempre nuovi argomenti. Cosa mi stimola? La consapevolezza che questo grande progetto è diventato una delle più grandi realtà italiane nel mondo dell’informazione e dell’intrattenimento videoludico.