God Eater Remastered – Intervista agli sviluppatori

uagna god eater
Di Andrea "Geo" Peroni
21 dicembre 2015

Una delle novità più positive che ci ha proposto Bandai Namco all’evento a porte chiuse è sicuramente la rimasterizzazione di God Eater. I due capitoli principali, usciti inizialmente nel 2010 su PSP e nel 2013 su PSP e Vita, verranno infatti riproposti su PS4 e PS Vita nel 2016, con i nomi di God Eater: Resurrection e God Eater 2: Rage Burst. Siamo riusciti a porre qualche domanda a Yusuke Tomizawa e Hiroshi Yoshimura, rispettivamente game producer e general director del gioco.

D: Per quale motivo un giocatore occidentale, in genere lontano da giochi come questo, dovrebbe acquistare questa nuova edizione a distanza di anni?

R: In Giappone la serie ha un grandissimo successo, dai videogiochi agli anime, e proprio per questo chiunque dovrebbe avere modo di giocare almeno una volta a God Eater. Si tratta di un gioco con pochi rivali in questo genere. Quando rilasciammo il primo titolo nel 2010 mai ci saremmo immaginati un successo del genere, eppure oggi siamo qui.

D: E’ difficile realizzare un remake da PSP a PS4? Soprattutto per quanto riguarda il fattore grafico, che naturalmente non ha storia tra PS Portable e l’ultima casalinga.

R: Il passaggio tra PSP e PS4 in Giappone è stato molto più graduale, perché i titoli usciti sono cinque, a differenza di quelli usciti nel mercato occidentale. Certamente l’aspetto grafico ormai antiquato si fa sentire, ma il nuovo motore lo fa sembrare meno antico.

D: Abbiamo trovato la demo molto difficile, specialmente la boss fight. Un giocatore qualunque potrà apprezzare questo titolo oppure ci sarà bisogno di molto allenamento?

R: In questa demo che avete potuto provare, le missioni sono state molto ridotte. Per esempio, nel gioco completo la boss fight è preceduta da molte missioni, che permettono di aumentare la propria potenza e abilità. Come avete visto, però, si tratta di un gioco per il quale comunque serve un po di allenamento.

D: State pianificando un God Eater 3 oppure aspettate i risultati di questo gioco?

R: Per il momento siamo concentrati sulle riedizioni dei primi due capitoli, ma è ovvio che stiamo già anche pensando ad un nuovo titolo. Già dal prossimo anno potremmo rilanciare un nuovo gioco della serie nel mondo.

 



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.