[RECENSIONE] Sword Art Online: Fatal Bullet – Un centro quasi perfetto

Di Marco "Chuck" Zanolini
23 febbraio 2018

Dopo diversi titoli videoludici che ci hanno catapultato nel magico mondo di Sword Art Online, siamo finalmente pronti a intraprendere una nuova avventura. Questa volta nel nuovo capitolo della serie, che prende il nome di Gun Gale Online (d’ora in avanti abbreviato GGO).

GGO è un nuovo VRMMO immaginario dove, a differenza dei diversi titoli precedenti nei quali regnavano spade e magie, a farla da padrone sono le armi. Qui i giocatori gareggeranno per ottenere grossi bottini dando la caccia a nemici e tesori in grandi spazi aperti e dungeon complessi. Il tutto partirà dalla creazione del nostro Pg, tramite un editor non troppo complesso ma in linea con la media dei titoli del genere. La prima cosa che salta all’occhio è il grosso lavoro fatto dal Team di Dimps sul comparto grafico, che risulta molto più netto e delicato rispetto ai suoi predecessori.

Un proiettile al giorno toglie il medico di torno

Inizieremo il nostro lungo viaggio nel mondo sci-fi di GGO guidati, inizialmente, dalla nostra amica d’infanzia Kureha, seguendo diversi tutorial per imparare le nuove tecniche di questo MMO. Fin dai primi istanti di gioco possiamo notare un sistema di gioco ben più preciso e chiaro rispetto ai precedenti, sebbene qualche miglioria la si possa ancora apportare. Nel primo dungeon in cui ci imbatteremo andremo a scoprire e a ottenere un ArFA-sys, un’intelligenza artificiale, nonchè pilastro portante del titolo, che ci accompagnerà per tutto il nostro cammino. Inutile dire che ci imbatteremo nei personaggi più caratteristici della saga come Kirito, Asuna e tutti gli altri. Stesso discorso per quanto riguarda invece le ambientaizoni, che riprendono alla letterà quelle dell’anime.

L’approccio che ha voluto prendere GGO sul lato gameplay è prettamente dinamico e rivolto a quello che potremmo definire uno sparatutto in terza persona, con skill e gadgets al seguito. Ma andiamo con calma: In questo mondo avremo diverse cose da fare e che ci porteranno via parecchio tempo (farming compreso). Partiamo dalla città, nonchè base dove accettare qualuncue tipo di missione, ovvero la SBC Glocken, la quale si presenta come zona Social dove incontrare i propri amici conosciuti in game (NPC), girare per negozi alla ricerca di qualche offerta, andare nella lobby centrale dove faremo partire la maggior parte delle nostre quest o semplicemente ripiegare nella propria stanza a sistemare il proprio equip e tutto ciò che concerne il combattimento. La lobby è il luogo comune dove andremo ad accettare le quest secondarie, insieme alle partite PvP e Co-op, che vi spiegheremo in un secondo momento. In questa zona avremo anche a disposizione dei terminali dove acquistare o vendere armi ed equipaggiamenti. La lista delle armi è davvero notevole e starà a noi scegliere quale è più appropriata alle nostre esigenze.

Attenzione però, acquistarla non vuol dire essere sicuri di poterla equipaggiare, dato che ogni arma richiede delle statistiche ben precise per essere usata. Infatti il nostro PG sarà caratterizzato da delle statistiche che andranno a migliorare il nostro gameplay e starà a noi decidere su cosa puntare di più. Le statistiche in questione sono:

  • FOR – Rappresenta la tua potenza fisica. Questa statistica indica quanti danni puoi infliggere con spade e attacchi in mischia e quanto peso puoi trasportare.
  • VIT – Rappresenta la tua abilità di resistere agli attacchi. Questa statistica influisce sui PS massimi, sulla difesa e sulla velocità di recupero dal veleno, dall’incendio e dallo stordimento.
  • INT – Rappresenta la tua abilità di pensare e reagire rapidamente. Questa statistica regola l’efficacia delle tue abilità, la facilità con cui le alterazioni di stato hanno effetto, la velocità alla quale ti riprendi dalla neutralizzazione e il tempo di ricarica di abilità e gadget.
  • AGI – Rappresenta la tua prestanza fisica. Questa statistica influisce sulla velocità dei tuoi movimenti, della ricarica delle armi, sulla difesa e sulla stabilità del mirino.
  • DES – Rappresenta la tua tecnica generale. Questa statistica regola l’efficacia dei yuoi gadgets, la potenza dei tuoi colpi critici e degli attacchi ai punti deboli e la stabilità del mirino.
  • FRT – Rappresenta il livello di fortuità generale. Questa statistica influisce sulla probabilità che i nemici sconfitti lascino cadere degli oggetti, di sferrare colpi critici e sulla difesa. Inoltre, può ridurre i danni subiti in seguito a veleno e incendio.

Una volta soddisfatti i requisiti delle statistiche, puoi usare i PA per imparare delle abilità. Il tuo ruolo in GGO viene determinato in base al tipo di abilità equipaggiate. Esistono sei ruoli:

  • Assalto – Attaccano dalla prima linea e si concentrano sull’offensiva.
  • Distruttore – Sono corazzatissimi e hanno una gran potenza di fuoco.
  • Cecchino – Sono specializzati negli attacchi a lungo raggio con fucili potenti.
  • Ingegnere – Sono ottimi coi gadget e possono indebolire i nemici.
  • Tank – Servono per attirare l’attenzione dei nemici e proteggere gli alleati.
  • Supporto – Aiutano gli amici potenziandoli e curandoli.

Anche i tuoi alleati avranno dei ruoli, indicativi di come si comporteranno generalmente in battaglia. Se con l’avanzare del gioco non vi troverete a vostro agio con le scelte fatte state tranquilli, dal terminale che troverete in camera vostra potrete settare ben 5 slot personalizzati di equip, e potrete cosi ridistribuire tutti i punti a vostro piacimento. Ora parliamo invece delle abilità, legate anchesse a una determinata statistica ma sopratutto alle armi utilizzate. Avremo a disposizione pistole, mitragliette, fucili d’assalto, fucili a pompa, mitragliatrici, cecchini, gutling, lanciarazzi, spade e, una volta arrivati a un punto chiave della storia, armi da fuoco e spade contemporaneamente. Le abilità in questione sono veramente tante e quasi tutte utili. Avremo a disposizione però solo quattro slot per le abilità legate all’arma che equipaggeremo, quindi sta a noi decidere quali sfruttare. Per quanto riguarda i gadget invece, saranno prevalentemente granate o mine, ma alcuni saranno utili anche come supporto, cosi come il medikit o il velo anti OP.

Tante armi e non solo

Oltre ad armi, abilità e gadget potremo vantare anche una serie notevole di equipaggiamenti estetico/funzionale: i vestiti saranno prettamente estetici, mentre gli accessori, che potremo decidere se mostrare o meno, avranno statistiche proprie e ogni volta diverse. Sia armi che equipaggiamenti potranno essere modificati, in un secondo momento, dalla nostra amica, che troveremo nella stanza di Kirito nel nostro albergo, la quale potrà sia modificare che potenziare le nostre armi. Agil invece, anchesso amico di Kirito fin dai tempi del primo SAO, sarà disponibile a identificare oggetti sconosciuti che dropperemo in giro per il gioco. Anche qui esistono livelli di armi ed equipaggiamenti, che vanno dal più comune al più raro, quest’ultimo con statistiche migliorate e con bonus attivi.

Oltre alla nostra stanza e a quella di Kirito, nel nostro Albergo troveremo anche quella legata al PvP, PvE e Tesoro. Questi sono chiamati Squadroni e dalla stanza adeguata potremo accettare quest specifiche con reward unici e introvabili. Lo Squadrone PvP ci darà missioni di caccia, player del gioco in sostanza, che incontreremo nelle varie mappe di gioco. Lo Squadrone Tesoro invece ci offrirà la possibilità di ottenere del bottino nascosto in giro, o nei Dungeon, di qualità. Quello PvE invece ci metterà a confronto con nemici unici.

Il PvP di cui vi abbiamo parlato prima, che troviamo nella Lobby, sarà suddiviso in due tipologie di battaglie: Eroe, dove potremo utilizzare un personaggio qualsiasi di SAO, ma dovremo sbloccare livelli, equipaggiamenti e abilità per ogni personaggio, e Avatar, dove, fondamentalmente, useremo il nostro personaggio completo di tutto i gadget, abilità e statistiche ottenute fino a quel momento. Entrambe queste battaglie avranno a sua volta due modalità, ovvero classificate, dove sfideremo un giocatore di rango simile al nostro ma dove vittoria e sconfitta incideranno sui punti battaglia, e libera, che non comporterà ne penalità e non influirà sui PB. In quest’ultima l’host potrà inoltre formare squadre e invitare amici. una corsa contro chi fa un punteggio più alto danneggiando un Boss. Le squadre saranno formate da 4 giocatori più i 4 ArFA-sys personali, uno per ogni singolo giocatore, per un totale di 8 giocatori per squadra. La co-op invece, dislocata sempre nella medesima lobby, dove potremo formare un gruppo di massimo 4 persone più relativi ArFA-sys, per un totale di otto giocatori. In questa modalità affronteremo nemici potenti con lo scopo di abbatterli e ottenere ricompense uniche. Inoltre, se non si riuscisse a creare una squadra, potremo entrare da soli arruolando ben sette NPC.

Un salto di qualità… di qualità

Il comparto tecnico di GGO è decisamente migliorato rispetto ai precedenti titoli di SAO. In combattimento potremo portarci dietro un massimo di due armi, attenzione però al peso, statistica che andrà a influire sul nostro movimento e, se superato, al rischio di essere troppo lenti. Potremo switchare facilmente da una all’altra con un semplice tasto, con un’animazione davvero molto carina che riprende appieno lo stile GGO già visto nell’anime. Nella normale modalità di mira avremo a disposizione un riquadro con all’interno un cerchio, il quale si muoverà in automatico quando aggancerà il nemico. Più il pallino si rimpicciolirà, più il colpo sarà preciso. Teniamo conto però che, su armi a cadenza automatica, il mirino rischierà di allargarsi sempre di più e di disperdere quindi l’efficacia del danno. Potremo comunque, a nostra scelta, passare dalla modalità assistita a quella manuale premendo la feccia sopra, cosi da prendere in mano la totale potenza della nostra arma.

Una chicca da non sottovalutare sono le “arti arma”, skill uniche che andranno a caricarsi con l’ammontare di medaglie che otterremo in combattimento. Queste medaglie, che verranno acquisite a ogni mossa fatta da noi o dai nostri alleati, farà caricare un apposito contatore sul nostro schermo, il quale, una volta arrivato almeno al 50% farà caricare l’apposità skill speciale della nostra arma. Si tratta di un colpo speciale diverso per ogni arma e con un’animazione unica. Queste medaglie le potremo inoltre scambiare per oggetti unici da un NPC situato nella lobby di gioco.

Per quanto riguarda il comparto audio invece si presenta in linea con le aspettative, con effetti sonori diversi per ogni arma, anche se non troppo dettagliati, e una colonna sonora che ci accompagna in ogni nostra battaglia senza mai essere troppo ingombrante.

PRO:

  • Grossa varietà di armi e di stili
  • Longevità davvero buona
  • Graficamente un passo in avanti rispetto ai precedenti

CONTRO:

  • Dungeon non troppo complessi
  • Qualche attività diversa dalle solite non guasterebbe

Sword Art Online: Fatal Bullet è un titolo che ricrea perfettamente l’atmosfera dell’anime, grazie ai paesaggi e ai fantastici scontri che solo GGO può offrire. La possibilità di puntare su più statistiche rende il gioco molto più aperto a diversi approcci. Sicuramente SAO Fatal Bullet è un gioco imperdibile per chi è amante della serie, ma anche per chiunque sia interessato a un Gdr ricco di azione e, ovviamente, alle armi da fuoco.



Ha studiato Architettura e Grafica Pubblicitaria. Appassionato accanito di videogame, ma anche di arte, disegno, anime, manga, viaggio, tecnologia, fotografia, calcio, palestra e chi più ne ha più ne metta. Adora quasi tutte le tipologie di gioco ma predilige gli FPS e i giochi di guida. Non ha un titolo preferito, ma a colpirlo è stato fin da subito "Metal Gear Solid". Da lì Hideo Kojima è diventato il suo idolo.