The Evil Within 2 – Bethesda e l’importanza dei personaggi

Di Andrea "Geo" Peroni
25 settembre 2017

Il 13 ottobre, un venerdì (non è certo un caso), The Evil Within 2 arriverà sul mercato. Sequel del survival horror del 2014 prodotto da Tango Gameworks e diretto da Shinji Mikami, nel gioco vestiremo nuovamente i panni del detective Sebastian Castellanos, ritrovando volti già conosciuti nel primo capitolo e altri personaggi tutti da scoprire.

Come Bethesda stessa ha affermato, sono i personaggi che rendono grandiosa la storia e l’identità di un videogioco come The Evil Within. Diamo quindi uno sguardo più approfondito ai personaggi in questo speciale.

Sebastian Castellanos

A seguito di quanto accaduto nel primo The Evil Within, Castellanos è emotivamente distrutto. La figlia è perita in un incendio, la moglie è scomparsa, e ciò che lo STEM ha creato ha lasciato profondo disagio al protagonista delle vicende. Nei tre anni che separano i due capitoli, Castellanos è caduto in depressione, le sue ricerche sull’organizzazione segreta Mobius sono andate in fumo e la sua vita sta lentamente cadendo a pezzi. Juli Kidman, sua ex partner, lo contatta però parlandogli di sua figlia, che secondo le sue fonti è stata rapita proprio dalla Mobius. Castellanos è ora combattuto: credere alla donna che lo ha tradito, o abbandonare ancora una volta la speranza?

Pagine: 1 2 3 4 5



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.